Magneti Marelli, a Napoli 347 dipendenti tornano al tempo pieno

324

Saranno chiusi con un mese di anticipo i contratti di solidarietà per i 347 lavoratori della Magneti Marelli di Napoli, che a giugno rientreranno a tempo pieno nello stabilimento “grazie ai tre milioni di investimento” fatti dall’azienda in questi mesi. Lo ha annunciato il segretario generale della Fim di Napoli, Biagio Trapani, al termine dell’esame congiunto tra vertici aziendali e sindacati per discutere proprio del termine dei contratti di solidarietà che era previsto a luglio. “Si tratta di una svolta positiva della vertenza – dice Trapani – dopo oltre 9 anni senza perdere un solo posto di lavoro. L’azienda nel corso dell’incontro ci ha confermato l’investimento annunciato di circa 3 milioni di euro tra attività industriali e formazione per i lavoratori, consente la chiusura anticipata del contratto di solidarieta’ e il pieno riassorbimento dei 347 lavoratori in forza nel sito di Napoli. Riteniamo come Fim che finalmente si e’ giunti alla soluzione positiva di una vertenza che dura da oltre 9 anni, con un progetto Industriale che possa dare garanzie in termini occupazionali e industriali a lungo termine. Come Fim non abbiamo mai lasciato soli i lavoratori e tenuto sempre aperto il negoziato con la direzione aziendale di Magneti Marelli ed oggi – conclude il sindacalista – la nostra perseveranza ci ha consentito di riportare in Italia attivita’ fatte all’estero che non sono da tampone ma di reale prospettiva industriale futura”.