Fca, Di Maulo (Fismic): Più chiarezza sulle nuove produzioni in Italia

349
in foto Roberto Di Maulo, segretario generale Fismic Confsal

“La riunione del Comitato aziendale europeo di Fca conferma quanto esposto nella presentazione del piano industriale. Quello che occorre chiarire sono le tempistiche e i dettagli di assegnazione delle nuove produzioni in Italia che auspichiamo possano dare una prospettiva positiva a tutti i lavoratori attualmente al lavoro, superando le aree di cassa integrazione e di utilizzo degli ammortizzatori sociali”. Lo affermano il segretario generale Fismic Confsal Roberto Di Maulo e Enzo Li Gregni della segreteria territoriale Fismic Confsal del Piemonte al termine della riunione del Cae, organismo sindacale consultivo a livello europeo di Fiat Chrysler Automobiles. “Fca conferma l’andamento finanziario positivo – spiegano – che ci porta all’auspicio della possibilità di percepire un saldo positivo del premio di gruppo a marzo 2019. Inoltre, la conferma del piano industriale prospetta uno scenario positivo per la produzione in Italia, ma ovviamente il sindacato chiede certezze sull’allocazione dei modelli negli stabilimenti italiani affinché si possa raggiungere la piena occupazione. È confermata la concentrazione dell’azienda su vetture premium e Suv con la conseguente riduzione della costruzione di utilitarie in Italia. Positiva inoltre la rassicurazione che non vi saranno impatti negativi dallo spin-off di Magneti Marelli. Riteniamo molto positivo l’annuncio dell’aumento della produzione di autovetture negli anni di Piano”.