Fca, a Pomigliano sciopero di due ore proclamato da Fiom

31

Fca chiede due sabato di lavoro per far fronte ad una commessa straordinaria, ma i lavoratori protestano e la Fiom proclama uno sciopero di due ore anche per manifestare contro la mancanza di un “chiaro piano industriale che dia certezze occupazionali per gli operai”. Ad incrociare le braccia, dalle 8 alle 10 di stamane, secondo Fca, un 5% dei lavoratori presenti in fabbrica. Secondo la Fiom sarebbero stati circa 200 lavoratori ad aderire allo sciopero, con percentuali del 100% nei reparti di logistica e Cdc, mentre sarebbero state poche le tute blu ad incrociare le braccia nel reparto montaggio. A far scattare la proclamazione dello sciopero, spiegano dalla Fiom, il malcontento dei lavoratori per l’accordo, siglato dalle altre sigle sindacali, per due sabati di lavoro a giugno, “mentre a giorni ci sarà l’esame congiunto in Regione per la cassa integrazione”. “I lavoratori sono stanchi delle promesse – spiega uno dei delegati Fiom – mentre si chiede la cigs, si richiamano i lavoratori per due sabati, senza però rendere ancora noto il piano industriale che possa garantire il futuro occupazionale delle tute blu di Pomigliano”.