Fca, riparte la produzione in Cina. Coronavirus, contagi in calo

323

Ha ripreso l’attività la fabbrica cinese di Fca a Guangzhou, mentre si moltiplicano i segnali di un parziale ritorno all’operatività per altri brand automobilistici stranieri attivi nel paese. Come riporta un portavoce di Fiat Chrysler alla Cnbc nell’impianto di Guangzhou, posto a centinaia di km dall’epicentro dell’epidemia di coronavirus a Wuhan, è ripartita la produzione mentre la seconda fabbrica del gruppo nel paese, posta a Changsha, più vicina alla regione di Hubei, “riprenderà le operazioni in tempi brevi”. Quanto a Gm, spiega Cnbc, “ha ripreso il processo per far ripartire la produzione” nelle sue 15 fabbriche cinesi. Infine Toyota ha confermato che in questi giorni tre dei quattro impianti nel paese riprenderanno l’attività su un turno singolo.