Fca, taglio su utile netto nel 2016 ma crescono stime sui ricavi

20

Fca rivede i target sul 2016, alzando le prospettive di fatturato ma tagliando quelle sugli utili. La società stima ricavi netti sopra i 110 miliardi di euro rispetto ai 104 miliardi indicati nel piano (111 miliardi nel 2015 esclusa Ferrari). L’utile netto rettificato è stimato oltre gli 1,9 miliardi (1,7 miliardi lo scorso anno) contro gli 1,9-2,5 miliardi precedenti mentre l’Ebit si attesterà sopra i 5 miliardi (5,1-5,9 miliardi stimati in precedenza). L’indebitamento industriale è atteso sotto i 5 miliardi di euro dai 9,8-10,3 miliardi indicati nel piano. 

Gli investimenti attesi sono in linea con quelli del 2015. Il gruppo si aspetta un miglioramento nell’area del Nord America e in Europa, ma anche il Sud America dovrebbe rivedere un leggero utile con lo stabilimento di Pernambuco a regime produttivo nel secondo semestre. La seconda parte del 2016 dovrebbe registrare un miglioramento anche nell’area dell’Asia e Pacifico con il completamento della localizzazione produttiva di Jeep in Cina. Per quanto riguarda il marchio Maserati, infine, la performance migliorerà nella seconda parte dell’anno grazie al lancio del suv Levante. Il titolo a piazza Affari, dopo una iniziale accelerazione in scia al 2015, ha imboccato la strada del ribasso e ora perde il 2% circa.