Fca, tre giornate di Cig per i lavoratori degli Enti centrali di Pomigliano

139

Fca ha comunicato tre giornate di cassa integrazione a maggio (18, 25 e 28) per le maestranze degli Enti Centrali di Pomigliano d’Arco, che si occupano di progettazione, ricerca e innovazione dei modelli aziendali. Lo ha reso noto Francesco Percuoco, segretario provinciale della Fiom di Napoli, sottolineando che ”il continuo fermo degli Enti Centrali, e’ frutto della mancanza di nuovi modelli e nel ritardo nell’affrontare il passaggio dalle motorizzazioni tradizionali a quelle ibride ed elettriche”. Gli Enti centrali, dove si e’ fatto ricorso alla cig anche nei mesi scorsi, si trovano nell’area industriale di Pomigliano, a poche centinaia di metri dallo stabilimento automobilistico dove si produce la Panda, e per il quale si attende, a giugno, la comunicazione delle nuove produzioni che andranno a sostituire l’utilitaria. ”Riteniamo – ha spiegato Percuoco – che in una situazione di perdurante criticita’ produttiva ed occupazionale, non si puo’ aspettare il primo giugno, giorno dell’Investor Day di Fca, senza conoscere su quali fondamenta poggi il piano industriale per Pomigliano e Nola”. Secondo il sindacalista, inoltre, ”concreta e’ la possibilita’ che il primo giugno diventi il remake di un film gia’ visto, dove si proietteranno slide generiche senza conoscere realmente gli investimenti, le allocazioni, i tempi di implementazione dei i nuovi modelli che dovrebbero garantire la piena occupazione”. ”Il primo giugno – ha concluso il sindacalista – la Fiom di Napoli organizza anche a Pomigliano il Workers day perche’ oltre al raggiungimento degli obiettivi finanziari, ci sono i lavoratori, a cui le promesse fatte non si sono realizzate, e vivono con preoccupazione il loro futuro”.