Fca, Uliano (Fim Cisl): Entro anno un nuovo modello a Mirafiori e Pomigliano

157
in foto Ferdinando Uliano, segretario nazionale Fim-Cisl

“Non abbiamo avuto il dettaglio dei singoli stabilimenti, ma Fca ha confermato che farà in Italia nove degli undici modelli previsti per l’Europa e questo permetterà di raggiungere la piena occupazione entro la scadenza degli ammortizzatori sociali. Questo vuol dire che entro un anno Mirafiori e Pomigliano avranno un nuovo modello”. Così Ferdinando Uliano, segretario nazionale Fim, commenta il confronto tra la direzione di Fca e il Comitato Aziendale Europeo (Cae) in rappresentanza degli oltre 80.641 dipendenti del Gruppo.
Ai lavori durati due giorni al Lingotto hanno partecipato, oltre le rappresentanze sindacali italiane, le delegazioni di Polonia, Austria, Belgio, Francia, Germania, Repubblica Ceca e Spagna ed è intervenuto il responsabile Emea di Fca, Alfredo Altavilla. “Questo rappresenta per noi un elemento di rassicurazione – ha detto Uliano – rispetto le situazioni più critiche in termini occupazionali. Sarà nostra cura monitorare nei prossimi mesi lo stato di avanzamento del piano in particolare in rapporto all’utilizzo degli ammortizzatori che dovranno essere di accompagnamento agli investimenti e all’implementazioni delle nuove produzione”.
Quanto allo spin-off Magneti Marelli, Uliano spiega che “sono state ribadite le rassicurazioni sia in termini di sviluppo, che occupazionali in coerenza con le stesse modalità utilizzate con le precedenti operazioni fatte con Cnh Industrial e Ferrari. È pertanto accantonata l’ipotesi di vendita che avrebbe dato preoccupazioni sia sul piano industriale sia su quello occupazionale”.