Fecondazione assistita, vertice in Regione tra ginecologi e Commissione consiliare

34



Incontro, in Campania, tra i ginecologi ospedalieri e la commissione sanità regionale. Sul tavolo l’esame delle iniziative che il Consiglio Regionale intende adottare per rendere accessibili ai cittadini campani le prestazioni di Procreazione medicalmente assistita (Pma). In vista del via libera definitivo ai nuovi Lea, i livelli essenziali di assistenza, Antonio Chiantera, segretario nazionale dell’Associazione ostetrici ginecologi ospedalieri italiani (Aogoi), e Cristofaro De Stefano, past president Società italiana ospedaliera di sterilità ed embriologia (Sios.e), si sono infatti confrontati con Raffaele Topo, presidente V Commissione permanente Sanità e sicurezza sociale. I rappresentanti dei medici hanno sottolineato come occorra “individuare chiaramente, nell’ambito dell’assistenza specialistica ambulatoriale, le prestazioni di Pma e offrire un quadro certo di riferimento ai professionisti della medicina della riproduzione, ed in primo luogo ai ginecologi, che operano nelle strutture pubbliche e private, in modo da favorire un innalzamento del livello qualitativo dell’assistenza e per una più compiuta tutela dei professionisti stessi, dei pazienti e del Sistema sanitario nazionale. Il confronto – si legge in una nota – si è concluso con l’impegno reciproco a rincontrarsi a settembre per meglio definire specifiche iniziative da adottare”.