Federmanager Napoli e Fondazione R&I, intesa per sostenere progetti di innovazione

36

Si rivolge a start-up e Pmi innovative del territorio l’accordo firmato tra Federmanager Napoli, la Federazione dei dirigenti industriali e la Fondazione R&I (FR&I), allo scopo di mettere a fattore comune competenze di advisor manageriali sui progetti di innovazione di interesse della stessa Fondazione e dei suoi soci, tra cui figurano Leonardo spa, Ffss, Iren, Mbda, Banca Intesa-Sanpaolo, Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Fondazione Politecnico di Milano, Istituto Italiano di Tecnologia e l’Università Federico II di Napoli. La FR&I si avvale anche della collaborazione di Invitalia Ventures Sgr, mentre con la Federico II di Napoli Federmanager ha già in atto un protocollo di intesa attraverso la Spsb-Scuola Politecnica delle Scienze di base. “FR&I raccoglie la domanda di Open Innovation delle grandi industrie socie -si legge in una nota congiunta Federmanager Napoli e FR&I- favorendo la collaborazione con innovatori, spin off, ricercatori, start Up e pmi innovative ad alto potenziale capaci di offrire nuove soluzioni su tecnologie emergenti, coinvolgendo le tre componenti dell’ecosistema dell’innovazione presenti nella sua compagine: Industria, Ricerca/Alta Formazione, Finanza Innovativa/Venture Capital. Allo scopo supporta la crescita delle giovani imprese anche attraverso percorsi di accelerazione nel management aziendale, favorendone l’integrazione nei meccanismi di Open Innovation propri della grande impresa”. Strategico il ruolo di FR&I che, nell’ambito dei propri ‘Programmi sviluppo Start-up e Pmi innovative’, quale il più recente, Tech Up, si avvarrà di figure manageriali di alto rilievo della Federmanager in qualità di ‘advisor’ per affiancare le giovani realtà imprenditoriali individuate, accompagnando i candidati nel percorso di crescita verso l’incontro con la grande impresa.