Federterme, Jannotti Pecci: Perché Cdp compra aziende turistiche decotte?

66
In foto Costanzo Jannotti Pecci, presidente di Federterme

“Fare chiarezza sugli interventi che Cassa Depositi e Prestiti ha svolto negli ultimi anni nel comparto turistico, rilevando aziende prive di qualsiasi prospettiva, per non usare il termine decotte” è quanto ha chiesto Costanzo Jannotti Pecci, presidente di Federterme/Confindustria, al professore Luigi Paganetto, vicepresidente di Cassa Depositi e Prestiti, intervenendo al convegno di oggi del Centro Studi Confindustria sugli scenari di politica economica. Il professore Paganetto, sorpreso per quanto affermato dal presidente di Federterme/Confindustria, ha chiesto di saperne di più. “Lo abbiamo già segnalato all’allora amministratore delegato di Cassa Depositi e Prestiti, Fabio Gallia, senza successo – ha replicato Jannotti Pecci – e senza ottenere risposta sulle ragioni che hanno spinto la Cassa, che gestisce il risparmio di milioni di famiglie italiane, ad investire in realtà in cui il futuro più che essere incerto è già segnato”.