Femminicidio: Valente, ‘bene repressione ma fondamentale cambiamento culturale’

25

Roma, 10 mag. (Adnkronos) – “L’Italia in tema di violenza sulle donne, sul piano della repressione ha fatto tantissimo. Ma i dati e anche i fatti ci dicono che la strada per il superamento di pregiudizi e stereotipi è ancora lunga e lo dimostrano anche le note vicende delle scorse settimane. In Italia c’è ancora una forte tendenza a colpevolizzare la vittima. Anche l’Istat ci ha ricordato che più della metà degli italiani crede ancora che le donne che hanno subito violenza abbiano contribuito alla violenza stessa. In altre parole, se lo sono ‘andate a cercare’. Per questo, per un cambiamento culturale, è fondamentale fare rete con il mondo delle Università”. Lo ha affermato la presidente della commissione sul Femminicidio, la senatrice del Pd Valeria Valente, nel corso del convegno ‘Il ruolo dell’università nel contrasto alla violenza di genere’, oggi in Senato a 10 anni dalla firma della Convenzione di Istanbul.