Ferrarelle, 142 milioni di fatturato nel 2017: crescita del 4 percento

54

Ferrarelle ha concluso il 2017 con un totale di 930 milioni di litri venduti, registrando un incremento di 36 milioni di litri (+4%) rispetto al 2016, un fatturato pari a 142 milioni di euro, con una crescita di 5 milioni, e un Ebitda di oltre 18 milioni. Ferrarelle è il quarto produttore italiano di acque minerali, con una quota del 7,8%. Può contare sugli stabilimenti di Milano, Pontedera (Pisa), Presenzano e Riardo (Caserta), Darfo Boario Terme (Brescia). La forza di Ferrarelle è tutta italiana, con un connubio tra le acque minerali Ferrarelle, Vitasnella, Fonte Essenziale, Boario, Santagata, Natia, Roccafina ed Evian, di cui è distributore; il cioccolato Amedei e il bio con le coltivazioni biologiche dell’azienda agricola Masseria delle Sorgenti Ferrarelle. Ferrarelle opera in oltre 40 Paesi attraverso l’esportazione dell’effervescente naturale Ferrarelle e della piatta Natia, posizionandosi nel segmento del fuori casa e in particolare nei delicatessen, top hotel e ristoranti.
Ferrarelle ha rivolto attenzione alla sostenibilità economica, ambientale e sociale. Lo afferma la società sostenendo che la crescita del fatturato “rientra in una visione dell’azienda che fa della sostenibilità uno dei punti cardine della sua attività”. Il valore generato da Ferrarelle nel 2017 è pari a 183,5 milioni di euro in crescita del 4,3% rispetto al 2016. Valore economico distribuito agli stakeholder è stato nel 2017 pari a 172,1 milioni di euro, +3,7% rispetto al 2016; 23,8 milioni di euro ai dipendenti. L’indice che identifica la redditività del capitale investito (Roi) è stato dell’8,20%, l’indice di redditività del capitale proprio (Roe) è stato del 22,9% e l’indicatore di bilancio (Ros) è di 6,30%. Sulla sostenibilità ambientale, Ferrarelle ha adottato misure anche per la riduzione dell’ impatto ambientale e può contare sulla riduzione dei consumi idrici del 2,2% rispetto al 2016; riduzioni delle emissioni gas serra del 3,5% rispetto al 2015; oltre il 95% di rifiuti del processo produttivo riciclati nel 2017. Per la sostenibilità sociale, Ferrarelle partecipa allo sviluppo della vita sociale e culturale partendo dai propri collaboratori e promuovendo progetti in ambito culturale e scientifico. Il 95,5% dei dipendenti è assunto a tempo indeterminato; frequenza e gravità infortuni vicini allo zero; partnership con Fai e Teatro alla Scala.