Festival Antimafia Sociale al via il 30 maggio, don Luigi Ciotti apre la rassegna di Monte Sant’Angelo

85
in foto don Luigi Ciotti

Don Luigi Ciotti, presidente nazionale dell’Associazione Libera inaugurerà la prima giornata del Festival Antimafia Sociale su Prepotenze. Lotta alle povertà. Dall’antimafia sociale alle nuove schiavitù, che è anche il titolo della rassegna che si svolgerà dal 30 maggio al 1° giugno 2024 al Campus Universitario di Monte Sant’Angelo – Edificio 3.  All’ingresso del Campus Universitario di Monte Sant’Angelo, durante le giornate del Festival dal 30 maggio al 1° giugno, ci sarà l’esposizione della teca “Quarto Savona Quindici” che contiene i resti della Croma blindata dell’attentato di Capaci, in cui persero la vita il giudice Giovanni Falcone, la moglie magistrato Francesca Morvillo e gli agenti di scorta Antonio Montinaro, Vito Schifani e Rocco Dicillo. Per questa occasione sul tema “Pedagogia ed Educazione alla memoria. Il nostro impegno ogni giorno! interviene al Festival Tina Montinaro, presidente Associazione Quarto Savona 15.

Il Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, insieme al Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi del Molise, alla Universidad de Vallodolid España (Uva), alla Fondazione Lotta alle povertà e innovazione sociale (Lapis), ha promosso la Prima edizione del Festival Antimafia Sociale (FAS) sul tema: “PREpotenze. Lotta alle povertà. Dall’antimafia sociale alle nuove schiavitù”.

Dopo i saluti istituzionali accademici e delle autorità pubbliche, si alterneranno numerosi interventi sui temi di grande attualità, tra questi: “Prepotenze e metamorfosi del mondo”, “Povertà, vecchie e nuove schiavitù. Frammenti e simboli”, “Sfruttamento del lavoro minorile e povertà educativa”, “Le nuove forme di schiavitù della terra. Residuo del passato e o annuncio di modernità?”, “Mafie e globalizzazione. Antimafia sociale, il nuovo impegno”, a cui si aggiungeranno intervalli musicali, presentazioni di libri e laboratori di ricerca.