Festival di Ravello, il ritorno di Riccardo Muti

37
in foto Riccardo Muti

Attesissimo ritorno a Ravello, martedì 26 luglio alle 20.30, di Riccardo Muti, che salirà sul podio della sua Orchestra Giovanile Luigi Cherubini nella sala dell’Auditorium Oscar Niemeyer. “Il Ravello Festival saluta con gioia e orgoglio il ritorno di Riccardo Muti, direttore che ha sempre fatto suo l’imperativo etico che vuole la musica come occasione di riflessione sui valori più profondi della nostra storia oltre che opportunità di incontro e di dialogo”. Così il direttore artistico Alessio Vlad, che riesce nell’impresa di riportare Muti nella Città della Musica dopo il trionfale debutto del 2020. Il concerto, già sold out, organizzato in collaborazione con il Ravenna Festival, rappresenta una delle punte di diamante di questa 70/a edizione del Ravello Festival. Muti, alla direzione della Cherubini, eseguirà un programma che prevede alcuni grandi classici:
– Sinfonia in do maggiore op.37 “Roma” di Bizet;
– Il lago incantato, poema sinfonico op.62 di Ljadov e Les Pre’ludes;
– S 97. Poema sinfonico n.3 da Alphonse de Lamartine di Liszt.