Feuromed, il ministro Fitto: Fondi per le Politiche di coesione, non è una gara tra le Regioni

41
in foto Raffaele Fitto

“Quella che stiamo facendo non è una gara, è un lavoro di merito che stiamo portando avanti con tutte le regioni e quindi vedremo adesso, abbiamo delle interlocuzioni anche di carattere tecnico in corso, al di là di quello che appare all’esterno, e penso di poter dire con chiarezza che stanno andando avanti”. Lo dice il ministro per gli Affari europei, le Politiche di coesione, il Pnrr e il Sud, Raffaele Fitto, parlando con i giornalisti a Napoli a margine del suo intervento alla seconda edizione di Feuromed, il Festival Euromediterraneo dell’economia. “Abbiamo sottoscritto 17 accordi di coesione su 21, stiamo lavorando per gli altri 4, chiaramente gli accordi di coesione restanti sono i più consistenti, da qui ne deriva anche finanziariamente una problematicità maggiore nell’andare a individuare le soluzioni” spiega Fitto che incalzato dai cronisti non si sbilancia su quale sarà la prossima regione con cui il ministero chiuderà l’accordo di coesione propedeutico all’attribuzione delle risorse del Fondo Fsc. “Noi ci troviamo di fronte a un cambio di approccio complessivo su questo tema. Prima le risorse venivano date senza una valutazione di merito e ognuno le spendeva un po’ come riteneva”.