Feuromed, Urso: Il Mezzogiorno, un ponte sviluppo verso l’Africa. E lì futuro dell’Europa

27
in foto Adolfo Urso

Il Mezzogiorno deve avere “un ruolo oggi più che mai diventato via dello sviluppo dell’Europa”. Lo ha sottolineato il ministro per le Imprese e il Made in Italy Adolfo Urso in collegamento con il Feuromed di Napoli. “L’Europa – ha detto Urso – non può più crescere in Oriente con l’Oriente. La guerra in Ucraina lo dimostra e dovrà necessariamente crescere con e insieme all’Africa e alla sponda Sud del Mediterraneo perchè le vie dello sviluppo non sono più verso Oriente essendosi alzata un’altra e più grande cortina di ferro che chiude allo sviluppo dei mercati e alle potenzialità dell’oriente”, ha detto Urso. “Dovrà crescere con e grazie al Ponte di sviluppo che il nostro Mezzogiorno rappresenta. L’Italia può essere hub del gas europeo e hub elettrico e approvviggionameno di meaterie che servono a industria. Tutto ciò ci conduce in Africa se anche guardiamo allo sviluppo demografico e alle potenzialità che esprime rispetto ai nuovi mercati”, ha aggiunto.