Fico Eataly World, anche la Campania alla fiera bolognese: ecco le undici aziende protagoniste

83

Saranno undici le aziende campane in missione alla “Repubblica dei Contadini”, il più grande mercato contadino mai organizzato in Italia in programma al Fico Eataly World di Bologna dal 1 al 3 giugno. In concomitanza con la Festa della Repubblica, Fico accoglierà quasi 250 aziende agricole in arrivo da tutta Italia per dare vita a una festa della biodiversità alimentare del paese in collaborazione con Cia-Agricoltori Italiani. Cia promuove tutto l’anno il circuito La Spesa in Campagna, con un risparmio che sul fresco può arrivare fino al 20% rispetto ai prodotti indirizzati alla grande distribuzione.
Tra formaggi, latte crudo, birre agricole, carne da allevamenti certificati e salumi, pescato dei mari nazionali, vino, olio, miele, ortaggi, pasta, riso e conserve, saranno in vendita e degustazione tutti i prodotti del paniere agroalimentare italiano, migliaia di specialità tipiche regionali che raccontano la biodiversità alimentare del Paese. Non mancheranno le specialità campane: cacioricotta, confetture, vellutata di Corbezzolo, castagnaccio, farina, birre, vino, olio, biscotti, infusi artigianali, liquori, tutti prodotti biologici presentati e venduti dagli stessi produttori.
“Da sempre puntiamo sulle filiere corte, favorire relazioni dirette tra agricoltori e consumatori, far conoscere la storia di alimenti di qualità e le persone che li hanno prodotti, i campi da cui provengono, tutto questo ha un valore sociale prima ancora che economico. Cia lavora da anni su questo tema e lo ha messo in pratica attraverso il network ‘La spesa in campagna’, che riunisce molte aziende anche in Campania. La nostra partecipazione alla Repubblica dei Contadini va in questa direzione”, afferma Alessandro Mastrocinque, presidente di Cia Campania. Le aziende agricole che aderiscono alla Spesa in Campagna rispettano regole precise che prevedono anche la disponibilità a sottoporsi a verifiche, che, secondo i principi del controllo partecipato, sono aperte ai rappresentanti delle associazioni dei consumatori.
Saranno in tutto 248 le aziende agricole presenti, provenienti da 71 province italiane, che inizieranno l’allestimento già dal pomeriggio del primo giugno: 42 coltivatori con i primi pomodori, ciliegie e piccoli frutti; 34 vignaioli e i loro vitigni autoctoni; 31 casari con i formaggi dei propri allevamenti; 20 tipologie di prodotti da 20 regioni; 11 birrifici agricoli.
Il taglio del nastro si terrà in concomitanza della Festa della Repubblica, sabato 2 giugno alle ore 11. Alla giornata parteciperanno Paolo De Castro, vicepresidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo, Dino Scanavino, presidente nazionale di Cia-Agricoltori Italiani, Simona Caselli, assessore all’Agricoltura della Regione Emilia Romagna, Tiziana Primori, amministratore delegato di Fico Eataly World e Massimo Montanari, storico dell’alimentazione.
Come rileva l’Ufficio Studi di Cia-Agricoltori Italiani, sono più di 10 mila gli agricoltori che in tutta la Penisola vendono i propri prodotti in spacci aziendali o mercatini rionali, locali e cittadini, proponendo oltre 4.000 specialità tipiche, molte delle quali di solito acquistabili solo nei territori di origine e ora pronte ad essere scoperte, assaporate e acquistate proprio da Fico in occasione de “La Repubblica dei Contadini”. Sempre di più sono, infatti, le famiglie che scelgono i mercati contadini allestiti dagli agricoltori (+10% nell’ultimo anno). Cia stima che 1 italiano su 4, ogni anno, acquisti almeno una volta direttamente dal produttore, premiando qualità, tipicità e genuinità delle specialità agricole. Oltre a valorizzare i mercati stessi che preservano la biodiversità agroalimentare italiana, offrendo uno sbocco a prodotti realizzati localmente e in quantitativi limitati. Da analisi Cia, già presente sul territorio con il suo circuito di vendita diretta “La Spesa in Campagna” e appuntamenti fissi in tutta Italia; il movimento alimentato dalla vendita agricola diretta, ammonta a circa 1 miliardo di euro l’anno.
Su 10 ettari, Fico racchiude la meraviglia della biodiversità italiana, dal campo alla forchetta: per capire l’agricoltura italiana e conoscere la trasformazione alimentare, 2 ettari di campi e stalle con più di 200 animali e 2000 cultivar, oltre a 40 fabbriche contadine per vedere la produzione di carni, pesce, formaggi, pasta, olio, dolci, birra e tanti prodotti italiani e, per degustare il meglio della tavola e delle bevande italiane, una scelta di oltre 40 luoghi di ristoro diversi, dai chioschi di street food fino ai ristoranti stellati. Sei “giostre” educative dedicate al fuoco, alla terra, al mare, agli animali, al vino e al futuro per giocare e imparare; 30 eventi e 50 corsi al giorno tra aule, teatro e spazi didattici.

Elenco delle aziende campane presenti

– Il Fuco D’Oro di Gorrasi Maria, Salerno Roccadaspide, Miele e derivati, confetture, olio; Azienda Agricola di Poto Veronica di Salerno Castelcivita con Fagiolo, ceci, olio
– Perretta Nicola di Auletta (Salerno): produzione di olio extravergine di oliva (prod. Annua kg. 8.000). Legumi: fagiolo tondino bianco di Auletta (prod. Annua kg. 1.000). Carciofo bianco (prod. Annua 3.000 Kg.)
– Azienda “Ittici di Lucia” di Cosimo Di Lucia, di Roccadaspide (Salerno): tonno in olio biologico, alici in olio biologico, patè in olio biologico, ricciola in olio biologico
– Azienda Quaresima, di Filomena Quaresima, di Monteforte Irpino: produzione di crema di nocciole (crema spalmabile), confettura di castagne, tozzetti alle nocciole (biscotti), biscotti alla cannella e nocciole
– Azienda Merola, di Filomena Merola di Montano Antilia (Salerno); produzione di formaggi: cacioricotta di capra. Confetture: vellutata di Corbezzolo, confetture di more, castagnaccio
– Azienda Vitivinicola Polito di Carlo Polito, di Agropoli (Salerno). Produzione di Vini Dop Cilento (prod. Annua 50.000 bottiglie). Liquori: infusi artigianali (prod. Annua 40.000 bottiglie)
– Oleificio dell’Orto di Polidoro Dell’Orto, di Oliveto Citra (Salerno): olio extravergine di oliva classico (2017), di oliva biologico (2017), di oliva Dop (2017), olio aromatizzato al limone (2017), aromatizzato al peperoncino (2017)
– Azienda agricola di Cinzia Fasulo Iannotti, di San Lorenzo Maggiore (Benevento): Olio extravergine di oliva (prod. Annua 2017). Condimento al limone a base di olio extravergine di oliva (prod. Annua 2017)
– Azienda Agrituristica Acquaviva del Taburno di Coppolaro Gennaro, di Tocco Caudio (Bn): Formaggio Pecorino
– Cooperativa Agricola Eccellenze Sannite, di Adele Mendillo, di Solopaca (Benevento): Pane, rustici, taralli, vino, sott’oli, dolci
– Birrificio, “Malto e Luppolo” di Mario De Spirito, di San Giorgio del Sannio: Birra artigianale (prod. Annua 9,000 lt.)