Fiction e serie tv: bando Ue da 12,5 milioni di euro

45


Contributi fino a 1 milione di euro per sostenere la programmazione di opere audiovisive europee: a stanziarli è la Commissione Ue attraverso il bando Eacea-23-2016 lanciato nell’ambito del sottoprogramma Media di Europa Creativa.

Risorse e contributi
Il budget annuale complessivo disponibile è di 12,5 milioni di euro. Per le opere di finzione e di animazione il contributo finanziario non può essere superiore a 500.000 euro o al 12,50 per cento dei costi totali ammissibili, se quest’ultima cifra è più bassa.
Solo per le serie televisive co-prodotte, di genere drammatico, con un bilancio di produzione ammissibile di almeno 10 milioni di euro (costituite di almeno 6 episodi di durata non inferiore a 45 minuti ciascuno) il contributo non può superare 1 milione di euro o il 10 per cento dei costi totali ammissibili, se quest’ultima cifra è più bassa.
Per i documentari creativi, invece, il contributo finanziario non può essere superiore a 300mila euro o al 20 per cento dei costi totali ammissibili, se quest’ultima cifra è più bassa.

Chi può partecipare
Il bando è rivolto a società europee indipendenti di produzione audiovisiva con sede negli Stati membri dell’Ue e nei Paesi e i territori d’oltremare ammessi a partecipare al programma; nei Paesi aderenti e i Paesi candidati effettivi e potenziali che beneficiano di una strategia di preadesione, conformemente ai principi generali e alle condizioni generali per la partecipazione di tali Paesi ai programmi dell’Unione istituiti a norma dei rispettivi accordi quadro, decisioni dei consigli di associazione o accordi analoghi; nei Paesi Efta membri del See, a norma delle disposizioni dell’accordo See; nella Confederazione svizzera, in forza di un accordo bilaterale da concludere con tale Paese; nei Paesi interessati dalla politica europea di vicinato, conformemente alle procedure stabilite con tali Paesi in base agli accordi quadro che prevedono la loro partecipazione ai programmi dell’Unione.

Progetti ammissibili
Sono ammissibili ai contributi  filmati (edizione unica o a puntate) della durata complessiva di almeno 90 minuti creati essenzialmente per la televisione (sono ammessi seguiti o seconde e terze stagioni di serie di filmati); animazioni (edizione unica o a puntate) della durata complessiva di almeno 24 minuti creati essenzialmente per la televisione (in questo caso, invece, non sono ammessi seguiti o seconde e terze stagioni di serie di animazioni); documentari creativi (edizione unica o a puntate) della durata complessiva di almeno 50 minuti creati essenzialmente per la televisione.
I diritti di sfruttamento concessi alle emittenti televisive che partecipano alla produzione devono essere restituiti al produttore dopo un periodo massimo di licenza di 7 anni se la partecipazione dell’organismo di diffusione prende la forma di una prevendita; 10 anni se la partecipazione dell’organismo di diffusione prende la forma di una coproduzione.

Scadenza
Le proposte devono essere presentate entro il 24 novembre 2016 e il 25 maggio 2017 alle ore 12 (ora di Bruxelles).

SCARICA IL BANDO
http://www.europacreativa-media.it/bandi-aperti/tv-programming-bando-eacea-23-2016


TABELLA
Risorse complessive
12,5 milioni di euro
Contributi
Fino a 500.000 euro  per le opere di finzione e di animazione
Fino a 1 milione di euro per le serie televisive co-prodotte, di genere drammatico, con un bilancio di produzione ammissibile di almeno 10 milioni di euro
Fino a 300mila euro per i documentari creativi
Chi può partecipare
Società europee indipendenti di produzione audiovisiva
Scadenze
24 novembre 2016
25 maggio 2017 alle ore 12