Fiction, sul set le anticipazioni di Gomorra 3

44


 Un garage buio al centro di Napoli a due passi dal complesso di S.Lorenzo Maggiore, è qui che Ciro (Marco D’Amore) con una mappa aperta su un vecchio biliardo progetta con nuovi compagni ‘I Talebani’ un colpo. È uno degli ultimi ciak dell’attesissima serie ‘Gomorra 3 – la serie’ che andrà in onda in autunno su Sky Atlantic. La produzione ha portato sul set una cinquantina di giornalisti, tra cui molti stranieri, per vedere da vicino all’opera il cast. Sul set per girare questa scena oltre a Marco D’Amore anche, nel ruolo di Enzo, Arturo Muselli. Un nuovo personaggio a capo di una fazione che cercherà di prendersi il centro di Napoli. La nuova stagione di Gomorra riprende là dove ci aveva lasciato l’ultimo episodio della seconda. Il boss Pietro (Fortunato Cellino) è appena morto lasciando un vuoto di potere che sembra incolmabile. Ciro e Genny, il figlio del boss, dovranno capire come gestire la situazione e guardarsi le spalle dai giovani emergenti. La scena a cui hanno assistito i giornalisti fa parte del quinto episodio, in tutto sono 12, e le parole pronunciate da Ciro sono emblematiche della tensione che ci sarà nel racconto della Napoli criminale: “se vuoi campare sulla strada devi stare un passo avanti”. Da Secondigliano e Scampia, la terza stagione si allarga sul territorio costringendo gli storici boss del centro a scendere in campo per mantenere il potere.
Alla conferenza stampa, dopo la visita sul set, ha partecipato il cast, vecchio e nuovo, i produttori e i registi. E già si lavora alla scrittura di una quarta serie. “È appena nato suo figlio Pietro – ricorda Salvatore Esposito parlando del suo personaggio Genny -ha sacrificato la vita del padre per arrivare ad un potere maggiore e vivere serenamente. Ritroveremo un Genny sicuramente diverso e bisognerà capire che rapporto ci sarà con il suo fratello rivale Ciro Di Marzio”. L’altro personaggio chiave di Gomorra è il rivale di Genny, Ciro. “Abbiamo vissuto una adolescenza – ha affermato Marco D’Amore ricordando Ciro – questa terza stagione è la maturità del progetto e spero che Napoli è i quartieri dove abbiamo girato, anche attraverso un racconto di morte e dolore, possa rinascere”. “Non vi è meeting internazionale dove non ci venga chiesto a che punto siamo con la nuova stagione di Gomorra…” ha affermato Andrea Scrosati, Executive Vice President Programming di Sky Italia, “agli screening di Los Angeles – ha aggiunto – la settimana scorsa una nuova serie crime prodotta da uno dei major studios americani ci è stata presentata dicendo ‘è uno show nella linea di Gomorra’”. La regia di Gomorra 3 è stata affidata a Claudio Cupellini e Francesca Comencini che ha diretto la scena a cui ha assistito la stampa. “Gomorra è una serie che non si ripete” ha affermato la regista in conferenza stampa.