Fiere e mostre sui mercati esteri: alle Pmi finanziamenti fino a 100mila euro

96
Finanziamenti agevolati fino a 100mila euro per promuovere la propria attività oltre il mercato europeo. A metterli a disposizione è Simest, società che insieme a Sace costituisce il “Polo dell’export e dell’internazionalizzazione del Gruppo Cdp. Tra gli strumenti di Simest a sostegno della crescita all’estero delle piccole e medie imprese italiane ci sono infatti finanziamenti agevolati per incoraggiare la partecipazione a fiere e mostre in paesi extra Ue. 
 
Chi può richiedere le agevolazioni

I finanziamenti sono rivolti alle Pmi, in forma singola o aggregata, che intendono partecipare a fiere e mostre in tutti i Paesi extra UE. Inoltre, a partire da marzo 2017, le Pmi possono richiedere finanziamenti per aderire anche alle missioni di sistema promosse dal ministero dello Sviluppo economico, dal Ministero degli Affari esteri e organizzate da Ice, Confindustria e da altre istituzioni e associazioni di categoria. Le imprese interessate possono presentare anche più domande di finanziamento, a condizione che l’istanza preceda la data di inizio della fiera/mostra e che ogni richiesta riguardi una o più fiere e/o mostre da realizzarsi al massimo in tre Paesi.

Agevolazioni

L’agevolazione consiste in un finanziamento con tasso pari al 10% del tasso di riferimento Ue (con limite a zero) che può coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 10% dei ricavi dell’ultimo esercizio. 

Spese ammissibili

I costi ammissibili comprendono le spese logistiche e promozionali, quelle per l’area espositiva e le consulenze, purché sostenute dopo la presentazione della domanda di finanziamento a Simest. Il finanziamento può essere concesso per un importo non superiore a quello consentito dall’applicazione della normativa comunitaria “de minimis” ed entro il limite del 35% dei ricavi medi dell’ultimo triennio. 

Durata

La durata del finanziamento è fissata in 3,5 anni, di cui i primi 18 mesi di preammortamento (per il rimborso dei soli interessi) e 2 anni di rimborso della quota capitale. Per accedere ai finanziamenti non è richiesta alcuna garanzia, salvo che per l’eventuale quota di finanziamento eccedente il margine operativo lordo dell’ultimo bilancio dell’impresa.