Fiere: in crescita mercato outdoor, Sun anticipa trend e strategie future

10

Rimini, 26 set. (Labitalia) – Disegna una parabola ascendente almeno fino al 2022 il settore globale dell’arredo outdoor, con un giro d’affari stimato intorno ai 1.600 milioni di dollari, secondo gli studi di mercato effettuati da Tmr (Transparency Market Research). A questa crescente domanda di ospitalità outdoor si rivolge la proposta fieristica di Italian Exhibition Group con i Saloni Ttg Travel Experience, Sia Hospitality Design e Sun Beach&Outdoor Style, in contemporanea alla Fiera di Rimini da mercoledì 10 a venerdì 12 ottobre. Nel settore del camping sono elevate le potenzialità di crescita per l’arredo esterni, in parte per l’aumento dell’interesse da parte dei turisti per le vacanze da trascorrere in spazi che consentano di vivere a stretto contatto con la natura e in parte per l’accresciuta domanda di glamping, soluzioni di campeggio di alto livello.

Sono 2.510 le strutture turistico-ricettive in Italia impostate sul campeggio, per un totale di 1.358.000 posti letto e un giro d’affari pari a circa 2,7 miliardi di euro (dati Federcamping 2017). L’esposizione delle tendenze future del settore turismo outdoor troverà piena espressione all’interno dei padiglioni di Sun Beach&Outdoor Style, il salone internazionale di riferimento per il mondo balneare, l’outdoor e il camping. Speciale focus sul mondo ‘acqua’ in questa 36ma edizione grazie all’ingresso di Acquanetwork come Pool Industry Partner. Sarà ricca di contenuti innovativi la collaborazione con questa realtà che riunisce oltre 80 aziende che operano nel settore degli impianti sportivi acquatici e wellness.

Presso il Presso il Pad. B4 sarà realizzata un’Isola Acquanetwork di 500 mq, in cui saranno presentate alcune soluzione e proposte innovative per il settore. Presso la Beach & Camping Arena (Pad. B5-D5) giovedì 11, alle ore 15, si svolgerà l’incontro sulle scelte e le attività strategiche che proiettano la piscina al 2020 tra sport, divertimento e sostenibilità gestionale. Nell’occasione, saranno diffusi i dati dell’indagine ‘La piscina che piace: attività e soluzioni volte a rendere la piscina attrattiva per i diversi target di resort e hotel’, promossa da Acquanetwork sulle motivazioni che inducono la gente ad andare in piscina. In calendario per venerdì 12, alle ore 14, il secondo appuntamento che traghetterà l’attenzione su piscine e svago, benessere, fidelizzazione e business.

È boom di glamping e Sun Beach&Outdoor Style riserva un nuovo padiglione interamente dedicato a questo fenomeno in continua crescita e alle forme più innovative di camping. Nel Pad. D6 nel Camping&Village Show saranno tante e tutte di forte innovazione le proposte di ricettività outdoor, tra le quali ‘Agricole Glamping’, il concept dell’architetto Roberto Semprini dove l’ecosostenibilità e il ritorno alle radici campestri si presentano come variazione sul tema della vacanza open air.

Oltre al glamping, sono molteplici le soluzioni architettoniche per la vacanza outdoor. Case sugli alberi, living units, minicase o tende flottanti sull’acqua, stanze container e moduli abitativi addizionali per ampliamenti temporanei della capacità ricettiva di campeggi e hotel. Segnali positivi per la domanda di questo tipo di vacanza, come segnalano i dati recentemente riportati da Forbes, secondo cui negli Stati Uniti e in Canada l’outdoor sarebbe oggi particolarmente apprezzato dai Millennials e dalla X Generation (fonte: North America Camping Report 2018).

Per rispondere a questo trend in crescita, all’interno dell’Area Italia di Ttg Travel Experience nasce Outdoor Hospitality, uno spazio nuovo dove i campeggi potranno presentare la loro offerta alla domanda di intermediari di turismo italiani ed esteri. L’area sarà valorizzata da uno spazio esperienziale dedicato all’ospitalità outdoor più di tendenza: il Glamping. In arrivo dal Sudafrica, una tenda da 40 mq sarà allestita all’interno del Pad. A7-C7 per far vivere ai visitatori l’esperienza diretta di questo innovativo modo di viaggiare. Non si tratta, infatti, semplicemente di un camping di lusso, con ogni sorta di comfort e comodità. Il glamping è un modo diverso di fare turismo all’aria aperto, uno slow tourism, ecologicamente colto, esigente in fatto di attenzioni e alla ricerca di tipicità e piccoli tesori locali, alla larga dalle proposte turistiche di massa.