Fiere: le aziende di Assocoral pronte per Vicenzaoro, salone internazionale del gioiello

87

Pieno sostegno di Assocoral a Vicenzaoro September 2021: l’associazione delle eccellenze del distretto campano che portano nel mondo l’arte della lavorazione del corallo e del cammeo si presenta compatta all’appuntamento con la prossima edizione di Vos-Vicenzaoro September – The Jewellery Boutique Show, il salone internazionale del gioiello di Ieg – Italian Exhibition Group, dal vivo dal 10 al 14 settembre 2021 a Vicenza. Nei padiglioni del capoluogo berico la quasi totalità del distretto che guarda alla ripresa del business e si prepara a incontrare il mercato e gli operatori internazionali al primo appuntamento in Europa che riaccenderà i riflettori sul settore con un’offerta a tutto quartiere estesa all’intera filiera, con anche T.Gold e VoVintage. ”Senza fiere siamo morti”, sottolinea Vincenzo Aucella, presidente Assocoral. ”Per noi che vendiamo prodotto artigianale – dice – è fondamentale la presenza fisica della clientela. I buyer vogliono vedere il prodotto di persona e toccarlo con mano. Arriviamo da un anno e mezzo di incontri con Ieg e crediamo fortemente nella prossima edizione di Vicenzaoro September: saremo presenti quasi tutti”. Ambasciatrici della grande tradizione che dai primi dell’Ottocento ha fatto di Torre del Greco, in provincia di Napoli, uno dei più importanti punti di riferimento al mondo per il corallo e vera e propria capitale globale dell’incisione su conchiglia dei cammei, saranno imprese che da generazioni vi hanno legato il proprio nome. Da chi produce a chi commercializza corallo e cammei, da chi tratta gioielli in corallo e in cammeo e chi negli anni si è dedicato a settori affini quali l’importazione di pietre dure e perle. Testimonianza di un patrimonio vivente che per la sua unicità è in attesa di riconoscimento da parte dell’Unesco. Sostenibilità, tracciabilità, formazione e tutela dell’autenticità alcuni temi chiave delle iniziative di Assocoral per sostenere la ripresa del business e l’internazionalizzazione di un prodotto realizzato interamente a mano dal sapiente lavoro artigiano, storicamente molto apprezzato dai consumatori d’oltreoceano. ”Lo scorso anno Voice è stato un appuntamento dal significato diverso, era importante lanciare il messaggio che il settore era ancora vivo e forte. Quest’anno invece, in attesa di una ripresa più decisa nel 2022, Vos sarà importante soprattutto per incontrare il mercato interno e quello europeo di prossimità”, conclude Aucella.