Filiera avicola, prezzi fuori controllo per energia e mangimi

33

Gli aumenti di energia mangimi impattano fortemente sulla filiera avicola. Il focus Ismea sulle vendite di uova carni avicole, presentato nei giorni scorsi a Forlì in occasione del Poultry Forum, è  al centro dell’appuntamento rivolto al settore avicolo a cui partecipano operatori della filiera, rappresentanti delle associazioni, Gdo e istituzioni. Secondo l’Indice Ismea le voci di spesa che registrano gli incrementi più significativi sulla filiera sono:

– energia (più 80 per cento nel periodo gennaio-settembre);
– mangimi (più 27 per cento rispetto al 2021).

Queste voci hanno pesantemente condizionato la redditività delle aziende avicole. L’avicoltura rimane tra i settori maggiormente colpiti dalla crescita esponenziale dei costi di produzione, aumenti che generano preoccupazione soprattutto per i consumi e che mettono a rischio la redditività delle imprese.