Filiera ittica: 2,3 mln dal Mipaaf

64



C’è tempo fino al prossimo 6 dicembre per accedere al bando del ministero delle Politiche agricole e forestali a sostegno della filiera ittica. Diventa operativo, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, il decreto che finanzia le convenzioni tra Mipaaf e associazioni del settore per lo sviluppo del settore della pesca.

Risorse
A disposizione  ci sono 2,3 milioni di euro per il finanziamento di proposte presentate da associazioni nazionali di categoria del settore pesca e loro consorzi.
In attuazione del decreto legislativo numero 226 del 2001, poi modificato dal decreto-legge numero 1-2012  “Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività”, il bando prevede il finanziamento di convenzioni tra il ministero delle politiche agricole alimentari e forestali e le associazioni nazionali di categoria e loro consorzi per lo sviluppo della filiera ittica.

La ripartizione dei fondi
La dotazione complessiva dello strumento è ripartita tra diverse attività prioritarie: promozione delle attività produttive nell’ambito degli ecosistemi acquatici attraverso l’utilizzo di tecnologie ecosostenibili (con un budget di 350mila euro); promozione di azioni finalizzate alla tutela dell’ambiente marino e costiero (50mila euro); tutela e valorizzazione delle tradizioni alimentari locali, dei prodotti tipici, biologici e di qualità, anche attraverso l’istituzione di consorzi volontari per la tutela del pesce di qualità, anche in forma di Organizzazioni di produttori (50mila euro); agevolazioni per l’accesso al credito per le imprese della pesca e dell’acquacoltura (1,3 milioni di euro); riduzione dei tempi procedurali e delle attività documentali nel quadro della semplificazione amministrativa e del miglioramento dei rapporti fra gli operatori del settore e la pubblica amministrazione, in conformità ai principi della legislazione vigente in materia (250mila euro); assistenza tecnica alle imprese di pesca nel quadro delle azioni previste dalla politica comune della pesca (Pcp) e degli affari marittimi (300mila euro).

Garanzia fideiussoria
Ciascun concorrente potrà ottenere il finanziamento per una sola attività prioritaria, previa presentazione di idonea garanzia fideiussoria da parte dell’interessato, nella misura del 10 per cento dell’importo concesso.

Le convenzioni
Le convenzioni, stipulate nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, disciplineranno lo svolgimento delle attività previste, le modalità e i tempi di erogazione del finanziamento a copertura delle spese, le modalità di rendicontazione e di consegna dei rapporti di avanzamento delle attività, le sanzioni in caso di mancato rispetto degli impegni assunti e i limiti alla possibilità di proroga dei termini di realizzazione dei progetti.

Scadenza
I progetti, contenenti sia la proposta tecnica che quella economica, devono essere presentati al Mipaaf entro il 6 dicembre 2016.

SCARICA IL DECRETO
https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/10575

TABELLA
Risorse complessive
2,3 milioni di euro
Ripartizione
Tecnologie ecosostenibili: 350mila euro
Tutela dell’ambiente marino e costiero: 50mila euro
Tradizioni alimentari locali: 50mila euro
Agevolazioni per l’accesso al credito: 1,3 milioni di euro
Semplificazione amministrativa: 250mila euro
assistenza tecnica alle imprese: 300mila euro
Beneficiari
Associazioni nazionali di categoria del settore pesca e loro consorzi.
Importo della garanzia fideiussoria
Pari al 10 per cento dell’importo concesso
Scadenza
6 dicembre 2016