Film, fiction, lungometraggi:
l’Ue copre il 50% dei costi

47

Dai documentari ai film di animazione: la Commissione europea, attraverso il programma Europa Creativa, mette a disposizione 12 milioni di euro per sostenere lo sviluppo di pacchetti di progetti. Sono ammissibili Dai documentari ai film di animazione: la Commissione europea, attraverso il programma Europa Creativa, mette a disposizione 12 milioni di euro per sostenere lo sviluppo di pacchetti di progetti. Sono ammissibili a contributo le attività di sviluppo riferite alle seguenti opere audiovisive: lungometraggi, animazioni e documentari creativi di durata non inferiore a 60 minuti, destinati prevalentemente alla proiezione in sale cinematografiche; film drammatici (edizione unica o in serie) della durata complessiva di almeno 90 minuti, animazione della durata di almeno 24 minuti e documentari c+reativi di almeno 50 minuti destinati prevalentemente a scopi televisivi o a un utilizzo attraverso piattaforme digitali; progetti di fiction della durata complessiva di almeno 90 minuti; animazioni di almeno 24 minuti e documentari creativi della durata di almeno 50 minuti e destinati prevalentemente a un utilizzo attraverso piattaforme digitali. Possono essere coperti dal finanziamento i costi di acquisizione dei diritti d’autore; attività di ricerca di materiale di archivio; scrittura della sceneggiatura, compreso il trattamento, fino alla versione definitiva; ricerca e individuazione dei tecnici principali e casting; preparazione di un budget di produzione e di un piano finanziario; ricerca e individuazione di partner industriali, coproduttori e finanziatori; preparazione del piano di produzione fino al termine della produzione; strategie iniziali di marketing e di sfruttamento dell’opera; realizzazione di un trattamento video o di un pilota. Destinatari dei finanziamenti sono le società europee, in particolare le società di produzione indipendenti, che siano legalmente costituite e in grado di dimostrare la loro esperienza. La domanda di candidatura deve contenere un catalogo minimo di tre progetti e massimo di cinque. L’ammontare massimo del contributo finanziario concesso per il catalogo di progetti è di 200 mila euro e la sovvenzione Ue potrà coprire fino al 50 per cento dei costi. La scadenza del bando è fissata al prossimo 5 febbraio.