Finale di Coca Cola Cup-Get active. Calcio a 5 sul Lungomare di Napoli

72

Dodici squadre finaliste per un torneo che ha coinvolto 1.766 scuole in tutta Italia, e appuntamento finale a Napoli. È stata presentata, nella sala Giunta del Comune di Dodici squadre finaliste per un torneo che ha coinvolto 1.766 scuole in tutta Italia, e appuntamento finale a Napoli. È stata presentata, nella sala Giunta del Comune di Napoli, la finale nazionale di “Coca Cola Cup-Get active”, progetto ludico-educativo che eleggerà la squadra vincitrice del titolo della terza edizione del torneo di calcio a 5. Le squadre che hanno vinto le fasi eliminatorie in Lazio, Lombardia, Veneto, Campania e Sicilia scenderanno in campo fra il 17 e il 18 maggio sul lungomare partenopeo, alla Rotonda Diaz, per le finali del torneo, riservato alle prime due classi degli Istituti secondari di II Grado. Giunto alla terza edizione, il progetto ha alternato momenti educativi di classe a tornei di calcio a 5, per un totale di 150.930 studenti e 1.766 scuole. “Coca Cola cup trasferisce un messaggio importante alla città e ai giovani, offrendo un esempio concreto di valori positivi”, ha dichiarato Monia Aliberti, assessore alla Comunicazione, immagine e promozione del Comune. “Il percorso, realizzato nell’ambito dell’iniziativa di Coca Cola cup è stato fortemente educativo per i giovani della nostra regione”, ha aggiunto Diego Bouché, direttore dell’Ufficio scolastico della Regione Campania. Nelle due giornate, ha spiegato la dirigente dell’ufficio scolastico regionale Angela Orabona, riferedosi a Ciro Esposito, il giovane ferito in occasione nella finale di Coppa Italia, “il pensiero andrà anche a un ragazzo appassionato di calcio che lotta tra la vita e la morte”. “Lo sport – ha aggiunto – deve essere solo sano e non vivere le conseguenze di una società non sana. Spero che voi ragazzi riusciate a trasmettere il messaggio sano dello sport”. Ma le finali saranno l’occasione per offrire un week-end di sport a tutta la città: sarà allestito, tra via Caracciolo e la rotonda Diaz, il Coca Cola village, con biliardini, campi di badminton, ping pong e basket. Coca Cola village è dedicato anche a chi non ha familiarità con il calcio, vuole trascorrere tempo all’aria aperta e in movimento: per loro 4 consolle Nintendo Wii e la possibilità di confrontarsi con un nutrizionista. “Per questa prima finale nazionale abbiamo deciso di rendere omaggio alla Campania, che ha visto nascere Coca Cola cup e dove abbiamo visto la partecipazione di 148.450 studenti di 1.036 scuole, a dimostrazione della passione e dell’entusiasmo che il nostro progetto ha generato tra i ragazzi. Qui c’è lo stabilimento di Marcianise, uno dei più importanti per la nostra produzione”, dice Giangiacomo Pierini, del comitato organizzatore del torneo. Quest’anno data la coincidenza con il mondiale di calcio, di cui Coca Cola è partner ufficiale dal 1978, gli studenti delle scuole coinvolte da Coca Cola cup saranno protagonisti con le proprie foto della bandiera mosaico più grande del mondo che sarà svelata nella cerimonia d’apertura al Maracanà: occasione per testimoniare, con i sorrisi dei ragazzi, che la Coppa del mondo è #lacoppaditutti.