Finance Startup Cup, Fascione: fondamentale creare opportunità di mercato

82
In foto da sinistra Liliana Speranza, Anchille Coppola, Vincenzo Trombetta, Valeria Fascione

“Credo che la visione di rendere Napoli e la Campania un hub per la trasformazione digitale stia diventando sempre più una realtà. Abbiamo avuto in questi mesi l’attenzione della Bbc, con una provocazione intelligente – La capitale della pizza può diventare capitale dell’innovazione? – che testimonia come Napoli e la Campania rappresentino, a livello nazionale e internazionale, una grande sorpresa, un territorio dinamico con una propria identità, obiettivi precisi e un ecosistema che lavora a rete”. Lo ha detto Valeria Fascione, assessore alle Startup e Internazionalizzazione della Regione Campania, nel suo intervento alla Finance Startup Cup Competition 2018, competizione organizzata dall’Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli, in collaborazione con la Commissione Finanza Straordinaria, Private Equity e Venture Capital dell’Odcec Napoli, che si è tenuta il 26 novembre nella sede dell’Ordine dei Commercialisti a Piazza dei Martiri. “Nelle scorse settimane sono stata a Boston, perché con la Regione Campania siamo entrati nel progetto di accelerazione a livello locale del MIT; due settimane fa in Israele, la settimana scorsa a Berlino dove sul bilaterale Italia-Germania sul digitale ancora una volta c’era la Campania”. L’assessore ha ricordato che a breve partirà “il nuovo bando Campania In.Hub, con 4 milioni di euro dedicati a professionisti, intermediari dell’innovazione, incubatori, acceleratori. È importante creare opportunità di mercato per le nostre startup; l’obiettivo della nostra piattaforma di Open Innovation, che aprirà ufficialmente il 1° dicembre, è proprio questo: far incontrare in un open market la domanda di innovazione dei grandi player, pubblici e privati, e le startup. Per me questa sarà la scommessa del 2019, lo sarà anche mettere in contatto le startup con il settore pubblico, che deve innovare sia internamente, con le competenze, sia con la modalità di erogazione dei servizi”. Fascione è intervenuta, ancora, sull’internazionalizzazione: “Ci stiamo agganciando sempre più agli hub dinamici, a dicembre avremo il bilaterale Italia-Cina sull’innovazione, con un momento dedicato alle startup della regione e all’opportunità di avere percorsi di accompagnamento in Cina”.

Pa.Ci.