Financial Times attacca Salvini

10

Londra, 2 lug. (AdnKronos) – Matteo Salvini, come e forse più di Donald Trump, è una “minaccia” per l’Unione Europea. Il Financial Times accomuna il ministro dell’Interno al presidente degli Stati Uniti: insieme, rappresentano “due sfide esistenziali” per Bruxelles. Se la minaccia rappresentata da Trump, scrive Wolfgang Münchau, è “ovvia, diretta e brutale”, quella “posta dal signor Salvini potrebbe essere più potente”.

“Ciò che rende la minaccia del signor Salvini per l’ordine stabilito dall’Ue così potente è la sua assenza di paura. È il primo politico italiano moderno senza un bisogno emozionale di sentirsi tra amici a Davos o a Bruxelles. E mentre i più esperti leader europei sono riusciti a intrappolare il relativamente inesperto signor Conte”, si legge in relazione al recente Consiglio europeo, “la realtà politica è che il signor Salvini può staccare la spina della coalizione” tra Lega e M5S “in qualsiasi momento. Probabilmente aspetterà fino a dopo le elezioni europee del prossimo anno”, sottolinea il Financial Times.

Il problema per l’Ue, si legge, è legato al fatto che la “stabilità dell’Unione” dipenda da personaggi come Salvini e Trump “che non sono mai andati al potere. Rischia di diventare la Repubblica di Weimar dei nostri tempi, una costruzione adatta solo a un clima politico temperato”.