Finanzieri, guardia d’onore per il tesoro di San Matteo a Salerno

33
In foto un'immagine di archivio della guardia d'onore del tesoro di San Matteo

Questa mattina, come accade dal 21 Novembre 2015, una folta squadra di Fiamme Gialle in quiescenza, ha prestato il servizio di “Guardia d’onore” a Salerno al tesoro di San Matteo, protettore della città di Salerno e della Guardia di finanza, su invito del canonico della Cattedrale Primaziale di San Matteo di Salerno, don Michele Pecoraro, parroco della Basilica Cattedrale dei Santi Matteo e Gregorio di Salerno. Il finanziere Michele Grottoli, vice presidente, nonché segretario-economo dell’Associazione nazionale finanzieri d’Italia – Sezione Provinciale di Salerno, insieme a consiglieri e soci dell’associazione, ha accolto tanti giovani e meno giovani escursionisti giunti sia dal capoluogo, sia dal circondario e sia, quali turisti, dalla Francia, Norvegia, Inghilterra, Germania, Grecia, oltre che da: Vicenza, Marostica (Vi), Torino, Palermo, Catania, Ragusa, Bari, Firenze, Trento ed Avellino. Il canonico Don Michele Pecoraro ha voluto ricordare i soci salernitani di Anfi, oggi scomparsi: il finanziere onorario Antonio (Tonino) Santonastaso, il luogotenente mare Antonio Petrone, il maresciallo maggiore aiutante Angelo Gasparro e il maresciallo capo Luigi Iannaccone.