Fincantieri, Bono: Stx? Obiettivo é una compagine che crei valore

37
 
“Quello che è importante è che rimanga uno schema che ci consenta sempre di accrescere valore. Poi tutto il resto lo sistemeremo”: lo ha detto l’amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono, rispondendo a una domanda dell’Ansa sull’ipotesi che la Fondazione CrTrieste non entri a far parte della compagine che gestirà di cantieri navali Stx France di Saint-Nazaire, in Francia, dei quali il gruppo navalmeccanico italiano ha acquisito il 66,66% dal Tribunale di Seul.
Sulla presenza della Fondazione triestina nella nuova compagine societaria di Stx France nelle settimane scorse aveva espresso perplessità il governo francese, a parere del quale la fondazione é troppo vicina a Fincantieri. Secondo gli accordi raggiunti il 12 aprile scorso con i francesi, oltre a Fincantieri e a CrTrieste (6%), della compagine di Stx France dovrebbero far parte la francese Dcns (12%) e lo Stato francese (33,34%). Rispondendo, a margine dell’assemblea dell’Unione degli Industriali di Pordenone, a una domanda su quale potrebbe essere il profilo ideale di un eventuale nuovo socio di Stx France per Fincantieri, Bono ha detto che per lui “vale, più della forma, la sostanza e la sostanza è di avere comunque una composizione chiara, che sia utile al progetto industriale che dobbiamo portare avanti. Questo é il punto fondamentale, poi il resto conta più per l’opinione pubblica che per la sostanza delle cose che dobbiamo fare”.