Fincantieri, Cozzolino: Preoccupazione per la decisione dei francesi

78

“La notizia della decisione del governo francese di nazionalizzare i cantieri navali STX, a danno della coraggiosa operazione di acquisizione messa in essere da Fincantieri, crea – commenta l’eurodeputato Pd Andrea Cozzolino – preoccupazione e perplessità. Come hanno scritto Padoan e Calenda, nazionalismo e protezionismo non sono basi accettabili su cui regolare i rapporti tra due grandi Paesi europei come la Francia e l’Italia. L’Europa non deve avere paura di crescere e di diventare maggiormente competitiva in un mercato sempre più globale dove sempre di più le grandi produzioni industriali si delocalizzano nel “resto del mondo”. “Fincantieri rappresenta un’eccellenza italiana e può diventare il vero player europeo in un settore strategico come quello della cantieristica navale, aprire nuove filiere produttive, creare migliaia di opportunità di lavoro ed allo stesso tempo gettare le basi per affermare un settore industriale europeo della difesa. Conosco la Fincantieri e soprattutto conosco tanti operai che con il proprio lavoro ed immensi sacrifici hanno garantito produttività, qualità, efficienza, trasparenza per fare crescere non solo la propria azienda ma il Paese tutto. Fincantieri rappresenta una sfida positiva che possiamo vincere se saremo in grado di accrescere le dimensioni produttive del gruppo su una base internazionale senza trascurare la necessità di compiere un salto di qualità nell’innovazione tecnologica soprattutto nei nostri cantieri meridionali, a partire dal glorioso cantiere di Castellammare di Stabia. Da Castellammare a Lione possiamo giocare un partita non solo italiana, e vincerla”, conclude Cozzolino.