Fincantieri, De Luca: Nessun timore per il sito di Castellammare

50

“No, sinceramente non mi preoccupa”. Così, Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, risponde a una domanda su una eventuale ripercussione che il braccio di ferro Italia-Francia sui cantieri navali di Saint Nazaire e Fincantieri possa avere sugli stabilimenti di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli. “Le commesse già attribuite a Fincantieri garantiscono lavoro per i prossimi 10 anni, quindi non ci sono problemi – dice -. Castellammare è legato più alle scelte di programmazione dell’Italia e di Fincantieri, che ai rapporti internazionali”. “Ovviamente è chiaro che avere una intesa strategica con Saint Nazaire ci consente di dare vita a una polo cantieristico – sottolinea – in grado di contrastare i sudcoreani che sono ormai i veri competitori sul piano mondiale”. “La Corea del Sud è ora un operatore estremamente aggressivo, dinamico – aggiunge -. Ci auguriamo che i nostri cugini francesi rinsaviscano, nel senso che non si può tollerare che la rete delle comunicazioni e diventi preda dei francesi di Vivendi poi però quando parliamo di cantieri navali diventiamo protezionisti”.