Finnair taglia 200 posti di lavoro

52

Finnair ha annunciato l’apertura di negoziati per tagliare 200 posti, circa il 4% della forza lavoro, per ridurre le perdite dovute alla pandemia. “Finnair sta avviando trattative con i dipendenti per riorganizzare l’azienda con tagli e riassegnazioni di posti di lavoro”, afferma la compagnia.

A seguito di questi negoziati, potrebbero essere tagliati fino a 200 posti di lavoro, su un totale di 5.300, di cui 120 in Finlandia. I piloti e gli equipaggi non sono interessati. Si tratta della nuova strategia presentata a inizio settembre.

La compagnia finlandese ha risentito pesantemente delle restrizioni nei principali paesi asiatici, in particolare in Cina. Le difficoltà sono state aggravate dalla chiusura dello spazio aereo russo. I negoziati dovrebbero iniziare a ottobre e dureranno sei settimane.