Firema, incontro al ministero
Sindacati: ritardi nei pagamenti

44

Un incontro sulla Firema, azienda casertana che produce carrozze ferroviarie in amministrazione straordinaria dall’agosto 2010 con stabilimenti a Caserta, Milano, Tito (Potenza) e Spello (Perugia), si è tenuto oggi a Roma Un incontro sulla Firema, azienda casertana che produce carrozze ferroviarie in amministrazione straordinaria dall’agosto 2010 con stabilimenti a Caserta, Milano, Tito (Potenza) e Spello (Perugia), si è tenuto oggi a Roma presso gli uffici del Mise. Sul tavolo la proposta di acquisto dell’azienda da parte della New.Co formata dalla piemontese Blutec (per il 70%) e dalle campane Cometav, di Torre Annunziata, e Miri, di Napoli; il piano prevede di mantenere in servizio per almeno un biennio 403 dipendenti su 522 attualmente in forza alla Firema. I sindacati anche oggi hanno ribadito il loro “no” agli esuberi, così i dirigenti Blutec hanno chiesto dieci giorni per elaborare un piano industriale migliorativo, di cui si discuterà sempre al Mise il 21 maggio prossimo Intanto alla riunione sono stati lamentati dal commissario straordinario Staiano e dai sindacati i ritardi della Regione Campania nei pagamenti per i treni già consegnati alle due aziende controllate Sepsa e Metrocampania: si tratta di almeno 13 milioni di euro, soldi il cui stanziamento era stato più volte garantito dall’assessore regionale ai Trasporti Sergio Vetrella. I ritardi, secondo i sindacati, stanno complicando la vertenza, in quanto gli acquirenti pretendono la garanzia che la Firema abbia un minimo di stabilità finanziaria.