Fisco, evasi ogni anno 110 miliardi di euro

46



L’evasione fiscale e contributiva arriva a quota 111,6 miliardi nel 2014, in aumento rispetto ai 109,8 miliardi del 2013 e 107,6 miliardi del 2012. Le stime sono contenute nella ‘Relazione annuale sull’economia non osservata e sull’evasione fiscale e contributiva’, realizzata dalla Commissione ad hoc del ministero dell’Economia. Il presidente, Enrico Giovannini, in audizione nella commissione per l’Anagrafe tributaria, spiega che attualmente è possibile ”quantificare l’evasione fiscale per circa il 70% dei tributi; stiamo ancora lavorando per far si’ che nel corso del 2017 la relazione copra il rimanente 30% dei tributi”.
Rispetto al 2013 si registra un incremento di 1,8 miliardi di euro (+1,7%), ottenuto da un incremento di 844 milioni dall’evasione fiscale (+0,8%) e per 1.007 milioni dall’evasione contributiva (+9,8% rispetto al 2013). Rispetto al 2013, si registra un incremento del tax gap per l’Iva di 1,1 miliardi di euro e una riduzione di quello relativo all’Irap di 245 milioni di euro.
Il tax gap, cioè la differenza ”tra quanto si dovrebbe pagare sulla base effettiva dell’economia e quanto viene riscosso”, spiega Giovannini, ”è molto eterogenea per settore di attività economica, per territorio e per imposta”. Il recupero di evasione fiscale, sottolinea il presidente, è fondamentale perché ha consentito al governo di postare, nella legge di bilancio, ”alcune centinaia di milioni per la riduzione fiscale sui contribuenti che pagano le imposte”.