Fisco: revisori legali a congresso, proposta legge su rappresentanza tributaria

20

Venezia, 26 set. (Labitalia) – Rappresentanza tributaria ai revisori legali italiani è il contenuto della proposta di legge che i vertici dell’Inrl, Istituto nazionale revisori legali, illustreranno ai referenti istituzionali, ai delegati e agli iscritti partecipanti al 2° congresso italo-europeo dell’Istituto. Evento che si terrà al lido di Jesolo (Venezia), presso il Palaturismo dal 28 al 30 settembre. Alla presenza del vicepresidente del Parlamento europeo, Fabio Massimo Castaldo, del senatore Gianni Pittella, capogruppo Pd nella commissione Politiche dell’Unione europea, del presidente del Cnel, Tiziano Treu, di altre numerose personalità politiche e socio-economiche italiane, il presidente dell’Inrl, Virgilio Baresi, illustrerà nel dettaglio la proposta di legge per il pieno riconoscimento della rappresentanza tributaria ai revisori legali italiani iscritti al Mef, nei contenziosi fiscali.

“Si tratta -spiega Baresi- di un diritto negato poiché rappresenta un legittimo completamento delle competenze assegnate al revisore legale con la nuova legge entrata in vigore nel gennaio del 2017. Tra l’altro, tale riconoscimento risulta da anni in linea con i dettami dell’Unione europea che ha inteso affidare ai revisori legali europei, accanto al ruolo super partes, ispirato al principio della terzietà nel monitoraggio contabile, una specifica competenza di garante nella vigilanza da esercitare sul rigoroso controllo dei bilanci, con responsabilità civili e penali che contemplano pesanti sanzioni fino alla reclusione da 1 a 5 anni in caso di acclarate negligenze”.

L’Inrl che rappresenta oggi il più importante organismo di rappresentanza degli oltre 80mila revisori legali non appartenenti al sistema ordinistico, ha oltre 60 anni di attività a tutela di questa figura professionale divenuta centrale e strategica per il riassetto socio-economico del paese. Altro passaggio del congresso sarà una sessione di lavori interamente dedicata all’internazionalizzazione della professione di revisore legale, con la partecipazione di rappresentanti di numerosi paesi europei ed asiatici.