Fisco, “rottamazione cartelle”: Campania terza per numero di richieste

36

Le richieste di “rottamazione delle cartelle” arrivate all’Agenzia delle entrate hanno raggiunto le 455.000 unità. Lo fa sapere la stessa Agenzia ricordando che il termine per la definizione agevolata che consente di estinguere i debiti iscritti a ruolo attraverso il versamento delle somme dovute senza pagare le sanzioni e gli interessi di mora è il 15 maggio. La metà delle richieste è arrivata attraverso i servizi digitali e la posta elettronica certificata. Nella “classifica” per regione, il Lazio e’ in testa con circa 77 mila domande presentate, seguita dalla Lombardia (circa 58 mila).
Nella “classifica” per regione delle richieste presentate, il Lazio è in testa con 77.621 domande presentate, seguito dalla Lombardia (58.645), dalla Campania (quasi 46.922) e della Puglia (46.540). Il provvedimento interessa i contribuenti con debiti affidati alla riscossione dal 1 gennaio 2000 al 30 settembre 2017. La definizione agevolata non può essere nuovamente presentata per quei debiti interessati dalla precedente richiesta di “rottamazione” delle cartelle per i quali non si siano pagate le somme dovute entro le scadenze. Possono presentare domanda anche i contribuenti che non sono stati ammessi alla precedente definizione agevolata esclusivamente perchè al 24 ottobre 2016 avevano un piano di rateizzazione in essere con l’agente della riscossione e non erano in regola con i pagamenti delle rate in scadenza entro il 31 dicembre 2016. Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina dedicata alla definizione agevolata sul portale www.agenziaentrateriscossione.gov.it, dove sono presenti anche le risposte alle domande più frequenti (faq) e la guida alla compilazione del modulo di domanda di adesione.