Fisco, slitta requisitoria per Antonacci

31

(ANSA) – MILANO, 12 APR – E’ slittata al prossimo 10 maggio la requisitoria, prevista per oggi, del vice procuratore onorario di Milano Luciana Greco nel processo a carico del cantautore Biagio Antonacci. Il rinvio, disposto dal giudice Luigi Varanelli della terza sezione del Tribunale Milano, si è reso necessario per il mancato deposito, per via di un disguido, di un documento redatto dalla Guardia di Finanza richiesto per approfondire la vicenda. L’artista è accusato di evasione fiscale di circa 3,5 milioni di euro di imposte tra il 2004 e il 2008. Evasione che sarebbe avvenuta grazie a tre società, due italiane e una estera, che gli avrebbero consentito di pagare meno tasse al fisco italiano.
    Durante l’udienza di questa mattina è stato sentito come teste, citato dallo stesso giudice, un funzionario dell’Agenzia delle Entrate che ha confermato che Antonacci ha saldato le proprie pendenze col fisco in relazione agli accertamenti fiscali per gli anni 2007 e 2008, non ancora prescritti sotto il profilo penale.
   

(ANSA) – MILANO, 12 APR – E’ slittata al prossimo 10 maggio la requisitoria, prevista per oggi, del vice procuratore onorario di Milano Luciana Greco nel processo a carico del cantautore Biagio Antonacci. Il rinvio, disposto dal giudice Luigi Varanelli della terza sezione del Tribunale Milano, si è reso necessario per il mancato deposito, per via di un disguido, di un documento redatto dalla Guardia di Finanza richiesto per approfondire la vicenda. L’artista è accusato di evasione fiscale di circa 3,5 milioni di euro di imposte tra il 2004 e il 2008. Evasione che sarebbe avvenuta grazie a tre società, due italiane e una estera, che gli avrebbero consentito di pagare meno tasse al fisco italiano.
    Durante l’udienza di questa mattina è stato sentito come teste, citato dallo stesso giudice, un funzionario dell’Agenzia delle Entrate che ha confermato che Antonacci ha saldato le proprie pendenze col fisco in relazione agli accertamenti fiscali per gli anni 2007 e 2008, non ancora prescritti sotto il profilo penale.