Fisco, tutte le scadenze di luglio

23

Roma, 30 giugno (AdnKronos) – Tasse, in arrivo un mese ricco di appuntamenti fiscali. Entro il 24 luglio i contribuenti dovranno inviare all’Agenzia delle Entrate la dichiarazione dei redditi 2017 (modello 730) mentre coloro che hanno aderito alla cosiddetta ‘rottamazione delle cartelle’ avranno tempo fino al 31 luglio per pagare, in unica soluzione o come prima rata, i debiti esclusi dalla definizione agevolata. Vediamo, nel dettaglio, quali saranno i principali adempimenti e le scadenze fiscali del mese di luglio.

7 LUGLIO – presentazione in via telematica da parte di Caf o altri intermediari abilitati che devono inviare almeno l’80% del 730 dei propri clienti;

17 LUGLIO – Versamento unitario F24: ritenute, Iva, contributi previdenziali e assistenziali;

– Versamento 2° rata del saldo Iva relativa all’anno 2016 risultante dalla dichiarazione Iva annuale;

– Ravvedimento: ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte e ritenute non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 16 giugno 2017, con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve)

24 LUGLIO – presentazione in via telematica della dichiarazione dei redditi (Mod. 730/2017) direttamente ad opera del contribuente; presentazione in via telematica del modello 730/2017 da parte di Caf o altri intermediari abilitati che entro il 7 luglio hanno trasmesso almeno l’80% dei modelli dei propri clienti;

25 LUGLIO – Presentazione degli elenchi riepilogativi Intrastat per il mese di giugno 2017 o per il secondo trimestre 2017;

31 LUGLIO – Pagamento della prima o unica rata del debito residuo che è stato comunicato dall’Agente della riscossione per perfezionare la ‘definizione agevolata’ (la cosiddetta rottamazione delle cartelle) dei carichi affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016;

– Presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta e degli intermediari relativa all’anno 2016 (Mod. 770/2017 Redditi 2016);

– Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell’Irap risultante dalle dichiarazioni annuali, a titolo di saldo per l’anno 2016 e di primo acconto per l’anno 2017, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo;

– Versamento, in unica soluzione o come prima rata, del saldo Iva relativo al 2016 risultante dalla dichiarazione IVA annuale, maggiorata dello 0,40% per mese o frazione di mese per il periodo 16/03/2017 – 30/06/2017, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo;

– Versamento, in unica soluzione o come prima rata, dell’Ires, a titolo di saldo per l’anno 2016 e di primo acconto per l’anno 2017, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo;

– Ravvedimento: ultimo giorno utile per la regolarizzazione dei versamenti di imposte non effettuati o effettuati in misura insufficiente entro il 30 giugno 2017, con maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo (ravvedimento breve);

– Versamento, con la maggiorazione dello 0,40% a titolo di interesse, di saldo e primo acconto per i contribuenti con 730 senza sostituto d’imposta o con modello Redditi.