Florovivaismo, aziende campane in vetrina in Olanda. Malafronte: La crisi è alle spalle. Caputo: Grandi potenzialità sul mercato mondiale

42
in foto Nicola Caputo

Un’invasione di colori, profumi, premi e riconoscimenti per la floricoltura made in Campania all’ultima edizione dell’International Floriculture Trade Fair 2021, la fiera mondiale che annualmente riunisce le migliori aziende floricole all’Expo Haarlemmermeer di Vijfhuizen (Olanda). La manifestazione, ritornata dopo lo stop imposto dalla pandemia, rappresenta il più importante incontro della comunità internazionale della floricoltura. “Una fiera di grande rilevanza, dove i produttori e le cooperative della regione hanno avuto un ruolo di primissimo piano, a conferma della qualità delle nostre produzioni, ma allo stesso tempo hanno avuto la possibilità di visitare e confrontarsi con le aziende olandesi del settore” spiega Vincenzo Malafronte, presidente del consorzio produttori florovivaisti campani. Un rinnovato entusiasmo che fa ben sperare per il futuro: “Le difficoltà registrate durante la pandemia – prosegue Malafronte – con altissime percentuali di perdita sia in termini di produzione che di fatturato sembrano ormai alle spalle. Ora abbiamo davanti a noi altri importanti e stimolanti sfide. Come ho avuto modo di ribadire in più occasioni ai vertici regionali ed in particolar modo all’assessore con delega all’Agricoltura, Nicola Caputo, che ha visitato tutti gli stand campani presenti alla fiera olandese, abbiamo tutte le potenzialità per rafforzare sempre di più la nostra presenza sul mercato mondiale. La vera sfida ora è migliorare sempre di più la qualità delle nostre produzioni e la varietà del materiale prodotto, ma allo stesso tempo intensificare gli sforzi per offrire servizi innovativi orientati alla soddisfazione delle esigenze dei consumatori e il comparto logistico, il tutto senza dimenticare la sostenibilità ambientale”.