Fluidia lancia un sistema per la diagnosi precoce dei tumori

74

La start-up Fluidia, vincitrice della Seconda edizione del contest Heroes Meet in Maratea (Potenza),  è pronta per il lancio della sua campagna di Equity Crowdfunding, con l’obiettivo di raccogliere 500.000 euro e avviare così la sperimentazione medico-scientifica del suo brevetto. Si concretizza così il protocollo di intesa tra la piattaforma Mamacrowd e il Festival Heroes Meet in Maratea, accordo che prevede l’avvio di raccolte fondi per alcune delle startup che hanno deciso di aderire all’iniziativa sul portale di equity numero uno in Italia. Fluidia è una vera innovazione nel campo della scienza medica che, da progetto di ricerca, diventa una startup pronta ad affacciarsi sul mercato. Il primo prodotto di Fluidia sarà un sistema di analisi dei fluidi corporei in grado verificare in maniera precoce l’eventuale presenza di alcuni tumorali. La start-up pugliese ha infatti sviluppato e brevettato il test R/pR, un metodo scalabile, economico e affidabile, che consente di determinare in qualunque campione biologico la forma nativa e modificata (fosforilata) della proteina Raf Kinase Inhibitor Protein (RKIP), una nuovo promettente marcatore tumorale. Il test può consentire la diagnosi precoce e la prognosi di alcuni tumori (rene, polmone e colon-retto) molto frequenti nella popolazione che, attualmente, possono essere identificati solo mediante analisi costose e spesso invasive, che difficilmente vengono richieste in assenza di sintomi specifici. Il metodo usato nel test R/pR è scalabile a qualunque proteina modificata e costituisce la base per lo sviluppo di una nuova generazione di test per la diagnostica in vitro. Attraverso la convenzione con il Dipartimento di Emergenza e Trapianti d’Organo (Deto) dell’Università di Bari Aldo Moro, il test R/pR sarà validato clinicamente in pazienti affetti e a rischio di Carcinoma Renale per definirne la sensibilità e la specificità prima della commercializzazione. La campagna sarà on line a partire dal 24 aprile sul portale www.mamacrowd.it.