Fondazione Banco di Napoli lancia la proposta dei prestiti agevolati per gli universitari

152
In foto Rossella Paliotto, presidente della Fondazione Banco di Napoli

“Per quanto riguarda l’università partiamo dall’analisi Svimez che prevede un decremento delle iscrizioni di circa 8mila unità soprattutto al Sud. Su questo faremo la nostra proposta con il dottore Marco Morganti di Intesa”. Così Rossella Paliotto, presidente della Fondazione Banco Napoli, a margine del terzo appuntamento del ciclo ‘Ritorno al futuro’ nella sede della Fondazione a cui partecipa anche il ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi. La proposta che verrà presentata da Morganti prevede l’erogazione di un bonus, un prestito, per gli studenti universitari che versano in particolari difficoltà economiche.
“Una partenza progressiva” per esami e sedute di laurea in presenza, in vista di settembre. Il ministro Manfredi, risponde così in merito al percorso per la ripresa dei corsi di laurea, esami e sedute in presenza. “In molte università italiane, come per esempio La Sapienza, hanno iniziato con gli esami in presenza. E lo stesso vale per Palermo, dove ci sono state le sedute di laurea, e mi risulta che sia accaduto anche alla Federico II”. “Si lascia scegliere agli studenti, ci sono anche dei fuori sede e alcuni sono un po’ preoccupati”. Cerchiamo di fare in modo che il percorso della flessibilità sia la condizione migliore per garantire un avvicinamento progressivo a settembre”.