Fondazione Banco di Napoli, viaggio nell’Archivio dell’istituto a caccia dei propri antenati

42
in foto l'archivio del Banco di Napoli

Domani, mercoledì 28 luglio, a ilCartastorie, Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli, si potrà vivere un’esperienza di ricerca alla scoperta della storia della città e dei propri antenati. “Il museo della Fondazione Banco di Napoli con l’evento gratuito “Antenati d’Archivio”, nella sua edizione estiva – si legge in una nota -, trasforma i cortili del cinquecentesco Palazzo Ricca in un laboratorio di ricerca a cielo aperto. “Antenati d’Archivio – summer edition” è riservato a 15 partecipanti che, dalle 19 alle 20,30, avranno la possibilità di sfogliare gli antichi documenti a caccia del proprio cognome e di scoprire i contenuti multimediali ispirati alle storie raccontate dalle dettagliate causali di pagamento”.

in foto un documento conservato nell’Archivio del Banco di Napoli

Tra nomi noti della storia e cognomi di famiglia si potrà fare un salto indietro nella storia di ben cinque secoli, raccontati dai faldoni degli antichi banchi pubblici, a loro volta antenati del Banco di Napoli, patrimonio di memorie del Mezzogiorno.
Dopo aver indagato gli antichi conti corrente, i visitatori potranno immergersi ancor di più nella storia visitando l’Angolo Cuomo del museo con le sue storie tratte dai documenti d’archivio ispirate alle vicende degli scavi archeologici di Pompei, alla rivoluzione di Masaniello e al soggiorno napoletano di Caravaggio. Al termine dell’evento, come in una vera ricerca d’archivio, verranno svelati i risultati dell’esperimento e, per ogni cognome rintracciato, la causale di pagamento e la relativa storia.
La prenotazione è obbligatoria e va effettuata su Eventbrite all’indirizzo https://www.eventbrite.it/e/biglietti-antenati-darchivio-summer-edition-n-4-163845685857

in foto Rossella Paliotto