Fondazione Premio Napoli, Cossia legge brani scelti da Alessio Forgione: sul palco il Fabio Bosso Quartet

139
in foto i Giardini pensili di Palazzo reale

“Vista mare: immagini dal Mediterraneo” è il titolo – tema intorno al quale si snoda il quarto appuntamento della rassegna “I Luoghi di Napoli. Magie e Incanti”, percorso poliedrico di parole, voci e musiche in cui la città si racconta attraverso i suoi migliori interpreti, scegliendo i luoghi più significativi del proprio paesaggio artistico e monumentale.
In programma giovedì 6 agosto alle 19.30 presso i Giardini pensili del Palazzo Reale, “Vista mare: immagini dal Mediterraneo” ruoterà intorno ai passi scelti da Alessio Forgione, scrittore della nuova scuola partenopea, da alcuni considerato erede di Raffaele La Capria. A interpretare i brani, tutti ispirati da Napoli, sarà Antonello Cossia, chiamato a mettere in campo la propria esperienza di artista poliedrico e curioso, con esperienze importanti nel campo del cinema, del teatro e anche della musica.
A impreziosire l’appuntamento, infine, il Fabrizio Bosso Quartet, una formazione che vede a fianco del celebre trombettista, qui impegnato nel doppio ruolo di solista e compositore, il pianista Julian Oliver Mazzariello, il contrabassista Jacopo Ferrazza e il batterista Nicola Angelucci.

in foto il Fabrizio Bosso Quartet

IL PROGETTO “I LUOGHI DI NAPOLI. MAGIE E INCANTI”
Il format del ciclo “I Luoghi di Napoli. Magie e Incanti” vede una scrittrice o uno scrittore scegliere pagine dedicate a Napoli, e un’attrice o un attore prestare corpo e voce per rinnovare la pratica antica e nobile della lettura pubblica. La musica, che ha il compito di fornire complemento emotivo alle parole e al gesto, è affidata agli strumenti e alle voci di protagonisti della scena contemporanea, italiana e internazionale.
Il Progetto, sostenuto da Regione Campania, è promosso dalla Fondazione Premio Napoli ed è curato da Domenico Ciruzzi e Stefano Valanzuolo. Il coordinamento artistico per la Fondazione Premio Napoli è di Alfredo Contieri, Alfredo Guardiano, Carmen Petillo e Francesco Morra. L’organizzazione e la promozione sono di Scabec spa.

INGRESSO E PRENOTAZIONI

L’evento, a ingresso libero su prenotazione (per prenotare visitare i siti internet della Fondazione Premio Napoli e dello Scabec), è realizzato in collaborazione con la Direzione regionale Musei Campania. L’affluenza del pubblico è subordinata alle restrizioni imposte dalla normativa vigente per gli spettacoli ma ciascuna delle serate viene ripresa da telecamere per fare in modo che un pubblico più vasto, attraverso le immagini, possa fruire degli eventi. La documentazione filmata dei dieci appuntamenti sarà post prodotta in un unico documentario che fisserà nel tempo questa esperienza che vede la città di Napoli regista e, potremmo dire, attrice protagonista.