Fondi Ue e opportunità di sviluppo
Workshop AdAstra-Università Pegaso

61

Fornireagli attori interessati” informazioni e strumenti per “progettare attività orientate all’economia e alla crescita che favoriscano la coesione sociale e territoriale e soprattutto la creazione di lavoro per i giovani Fornireagli attori interessati” informazioni e strumenti per “progettare attività orientate all’economia e alla crescita che favoriscano la coesione sociale e territoriale e soprattutto la creazione di lavoro per i giovani campani“. Così Lorenzo Fiorito, direttore della Fondazione AdAstra, ente che promuove a Napoli, insieme con l’Università Telematica Pegaso, un incontro venerdì prossimo, 30 gennaio, sul tema “I fondi UE 2014-2020. Lezioni dal passato per nuove opportunità di sviluppo”. Il workshop si terrà alle 15, nel Salone degli Specchi dell’Università Telematica Pegaso, Palazzo Zapata, in Piazza Trieste e Trento. L’incontro, fanno sapere i promotori, metterà a confronto europarlamentari, dirigenti pubblici, soggetti interessati “per fornire il quadro generale ed operativo delle opportunità di finanziamento dell’UE, oltre che individuare le criticità registrate in passato relative all’utilizzazione dei fondi, onde trarne le opportune lezioni per il futuro“. Nel corso del workshop saranno esaminate “le migliori metodologie di approccio in vista delle opportunità offerte dai fondi europei per il periodo 2014-2020“. Il programma del workshop, moderato dal direttore del Denaro, Alfonso Ruffo, prevede gli interventi, oltre che di Fiorito, del direttore generale dell’Università Telematica Pegaso, Elio Pariota. Seguiranno gli interventi di Vittorio Calaprice, dell’Ufficio di rappresentanza in Italia della Commissione europea, degli europarlamentari Andrea Cozzolino ed Aldo Patriciello, di Giuseppe Carannante, responsabile della programmazione FSE 2007-2013 della Regione Campania, di Anna Gammaldi, responsabile dei fondi strutturali di Formez PA, di Francesco Paolo Iannuzzi, presidente dell’Anci Campania. L’incontro prevede, infine, un question time, una sessione, coordinata da Anna Pina Cuccurullo di Formez PA, che sarà dedicata alle domande dirette dai partecipanti ai relatori per approfondire aspetti legati ai temi trattati. I relatori, nella seconda parte dei lavori, risponderanno a quesiti e forniranno approfondimenti”.