Fondi Ue, minitour Roma-Napoli-Pompei per gli europarlamentari

32
in foto Andrea Cozzolino, europarlamentare del Partito Democratico e vice presidente dalla commissione per lo sviluppo regionale

I fondi Ue e la loro riforma dopo il 2020 saranno al centro dei tre giorni di mini-tour italiano che vedra’ protagonisti alcuni deputati europei. Domani allo ‘Spazio Europa’ di Roma Andrea Cozzolino, relatore sul Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr), illustrera’ la posizione a cui sta lavorando Strasburgo per il 2021-2027. Oltre a Beatrice Covassi, capo della rappresentanza in Italia della Commissione Ue, parteciperanno all’evento anche Brando Benifei (Pd), relatore ombra per il Fondo sociale Ue, Raffaele Fitto (Noi con l’Italia), relatore ombra sul Fesr, e la tedesca Costanze Krehl, correlatrice per il regolamento generale sulla coesione. “Il nostro obiettivo come Parlamento europeo e’ fare in modo che la politica di coesione continui a ridurre le distanze sociali ed economiche e sia piu’ vicina possibile ai territori – spiega Cozzolino – Per questo cercheremo di smussare quelle parti della proposta della Commissione per il post 2020 che puntano a centralizzare la gestione dei fondi”. Nel pomeriggio, Cozzolino e Krehl si sposteranno a Napoli per un altro dibattito sulla politica di coesione, concentrato sulla pubblica amministrazione. Ad aprire l’evento sara’ un videomessaggio della commissaria Ue alla Politica regionale, Corina Cretu, mentre la chiusura sara’ affidata al governatore della Campania Vincenzo De Luca. Il tour per Cozzolino e Krehl continuera’ anche sabato, quando i due visiteranno gli scavi di Pompei ed Ercolano, nel cui restauro l’Ue ha investito oltre 100 milioni di euro.