Fondo microcredito PI.CO
Uecoop al fianco dei piccoli comuni

26

Un sostegno concreto alla creazione di imprese ha bisogno di fondi, ma soprattutto di una rete di servizi adeguata alle peculiarità e alle ricchezze del territorio”. E’ la convinzione che motiva Un sostegno concreto alla creazione di imprese ha bisogno di fondi, ma soprattutto di una rete di servizi adeguata alle peculiarità e alle ricchezze del territorio”. E’ la convinzione che motiva l’iniziativa di UECOOP – Unione Europea delle Cooperative Campania rivolta ai Comuni campani fino a cinquemila abitanti beneficiari del PI.CO, lo strumento di ingegneria finanziaria Fondo “Microcredito piccoli comuni campani Fse”, finanziato dal Programma Operativo Regionale FSE 2007-2013 con cui la Regione Campania intende rafforzare la sua azione a sostegno dello sviluppo delle capacità imprenditoriali e nell’implementazione di pratiche e strumenti che favoriscano la rinascita economica e sociale. “Abbiamo inviato una lettera ai sindaci – spiega Fabrizio Bellone responsabile regionale di UECOOP – per proporci come partner nella fase di accompagnamento agli imprenditori, esistenti ed aspiranti, con l’avvio di una rete regionale di sportelli di facility e start-up, come previsto dal bando”. UECOOP è la nuova associazione delle cooperative nata nel 2014 su iniziativa di Coldiretti. È riconosciuta dal MISE e promuove lo sviluppo di una sana cooperazione, che punta allo sviluppo sostenibile dei territori e alla coesione sociale anche attraverso lo sviluppo e l’affermazione di imprese, non solo agricole. I Comuni che sceglieranno di sottoscrivere con UECOOP un protocollo d’intesa potranno utilizzare, pertanto, tutta la rete di sportelli della Coldiretti Campania. Il radicamento sul territorio, in particolare quello rurale, consentirà alle Amministrazioni locali di trovare un punto di ascolto da mettere a disposizione di giovani, donne e disoccupati che vogliono utilizzare i “PI.CO” per realizzare il proprio progetto di impresa, con una scelta preferenziale verso la forma cooperativa. L’obiettivo è ridurre al minimo il rischio di fallimenti e delusioni. Gli uffici territoriali potranno, infatti, essere a disposizione per incontri informativi e formativi, per un preliminare contatto con esperti, per la redazione di Piani di Marketing, di Piani finanziari, oltre all’eventuale affiancamento creditizio della struttura convenzionata CreditAgri. I Comuni individuati da Uecoop in base alla dislocazione territoriale degli uffici sono 117, così suddivisi: 27 in provincia di Caserta, 2 in provincia di Napoli, 12 nel salernitano, 27 in Irpinia e 49 nel Sannio.