Fondo Nuove Competenze 2023: non solo digital

149

Non ci sono solo le competenze digitali al centro dell’avviso 2022-2023 del Fondo Nuove Competenze. Il bando del Ministero del Lavoro, per la prossima annualità, ha previsto un ampliamento dei settori su cui strutturare i percorsi di reskilling e upskilling da progettare. 

E proprio la settimana scorsa, l’Anpal ha emanato l’avviso attuativo della misura che:

  • conferma il finanziamento di 1 miliardo di euro per la prossima annualità
  • indica nel 13 dicembre prossimo la data di avvio delle domande da parte delle aziende

Ampio spazio, infatti, anche alla formazione sulle tematiche della sostenibilità, come previsto dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per la transizione ecologica delle aziende. Modificate anche le coperture dei costi previste dalla misura. Di tutte queste novità parla l’Incentivo del Lunedì di questa settimana.

I vantaggi economici della misura

È il fondo a finanziare il costo delle ore destinate alla formazione dei propri dipendenti: rimborsa infatti i costi sostenuti dall’azienda in relazione alla ore di lavoro destinate alla frequenza dei percorsi:

  • del 100% dei contributi previdenziali ed assistenziali
  • del 60% della retribuzione oraria delle ore destinate alla formazione.

È inoltre possibile estendere dal 60% al 100% la copertura oraria delle formazione, se si riducesse l’orario di lavoro dei propri dipendenti per almeno un triennio.

All’approvazione della domanda, Anpal eroga l’anticipo pari al 40% del costo complessivo dei lavoratori in formazione, previa presentazione di apposita fideiussione bancaria ed assicurativa.

I percorsi di reskilling e upskilling previsti

Non solo digital, come detto. Il nuovo bando del Fondo Nuove Competenze per il 2022-2023 prevede i seguenti percorsi di reskilling e upskilling per i lavoratori delle aziende:

  • Innovazione tecnologica
  • Automation, Lean & Smart Organization
  • Digitalizzazione e innovazione dei processi aziendali
  • Green Quality & Efficiency
  • Sviluppo politiche energetiche
  • Gestione sostenibile della produzione
  • Formazione manageriale in ambito green.

Il focus sulle competenze green del Fondo Nuove Competenze

Sono oltre 60 i percorsi di potenziamento delle competenze green previste dal progetto formativo Time Vision sul Fondo Nuove Competenze 2022-2023. Il tutto parte da un’esigenza di base: introdurre in tutte le aziende processi di gestione sostenibile dei processi produttivi e dei prodotti finali.

Qualche esempio? Una delle esigenze maggiormente richieste dall’Europa è l’utilizzo, oltre che il potenziamento, delle fonti energetiche rinnovabili. Per il quale l’Europa stessa ha investito decine di milioni di euro, da rivolgere a progetti provenienti da ogni settore produttivo.

Promuovere l’uso di energia sostenibile, è quindi, un imperativo categorico. In pratica, l’obiettivo è la promozione dell’uso di fonti rinnovabili di energia elettrica e calore presso organizzazioni e individui per:

  • lavorare nella direzione di un futuro sostenibile
  • e incoraggiare le vendite di apparecchiature per le energie rinnovabili, come le attrezzature per l’energia solare

Per maggiori informazioni: https://www.timevision.it/fondo-nuove-competenze/