Food: 13 nuovi ‘maestri del gusto e dell’arte dell’ospitalità

44

Milano, 4 giu. (Labitalia) – Si è svolta a Milano, presso il Salone d’Onore della Triennale, la cerimonia di assegnazione dei riconoscimenti Mam – Maestro d’Arte e Mestiere. La Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, istituzione privata non profit nata a Milano nel 1995 con il duplice obiettivo di salvare le attività artigianali d’eccellenza dal rischio di scomparsa e di formare nuove generazioni di maestri d’arte, in collaborazione con Alma – La Scuola internazionale di cucina italiana, considerata il più autorevole centro al mondo dedicato alla formazione nel campo dell’ospitalità italiana, ha proclamato 77 nuovi Mam – Maestri d’arte e mestiere.

Più precisamente, 64 Maestri operano in 23 diverse categorie dell’artigianato artistico, dalla ceramica alla gioielleria, dal mosaico alla pelletteria, dal teatro alla lavorazione dei metalli. Sono invece 13 i mestieri legati al gusto e all’arte dell’ospitalità.

Ed ecco i premiati per le singole categorie: Bar e miscelazione Salvatore Calabrese; Cioccolateria e confetteria Pietro Romanengo; Cucina Ezio Santin; Formaggi Renato Brancaleoni; Gelateria Vincenzo Crivella; Macelleria Franco Cazzamali; Norcineria Massimo Spigaroli; Ospitalità Annie Féolde; Arte bianca Eugenio Pol; Pasticceria Achille Zoia; Pizzeria Franco Pepe; Sala Giacinto Rossetti; Sommellerie Enrico Bernardo. A testimonianza del loro storico saper fare, i nuovi maestri d’arte e mestiere hanno ricevuto una fusione in bronzo, su disegno originale dalla Scuola dell’Arte della Medaglia dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, raffigurante un’allegoria dell’ingegno.