Food: al via Taste of Roma, al centro il colore in cucina

11

Roma, 18 set. (Labitalia) – Anche quest’anno, dopo il grande successo delle passate edizioni, l’Auditorium Parco della musica torna a ospitare, dal 19 al 22 settembre, l’8a edizione di Taste of Roma, uno dei più importanti eventi enogastronomici italiani i cui protagonisti sono grandi chef stellati che porteranno i loro piatti più innovativi e particolari, proponendo menù eccellenti. Si succederanno degustazioni, showcooking e tanto altro per una grande festa dove gourmet e amanti della buona cucina potranno condividere la loro passione per il cibo.

Quest’anno Taste of Roma avrà come filo conduttore il colore e lo stretto rapporto che la cucina ha con esso e con i cinque sensi. Durante l’evento si scopriranno i colori che gli chef presenti hanno scelto da abbinare al loro piatto principale. Uno dei grandi protagonisti di quest’anno, veterano del Taste, è Stefano Marzetti del Mirabelle Restaurant.

Stefano ha scelto come colore l’arancione e a rappresentare questo colore vivo, pieno di forza, caldo, gioioso porterà un ‘Mangiarancio’ di foie gras con pan brioche al carrubbe. Il ‘mangiarancio’, un gioco di parole e colore, è un piccolo finto arancio che racchiude al suo interno una mousse di foie gras d’oca marinata con succo di arancia, grand marnier, sale e pepe per diciotto ore e cotta poi a bassa temperatura a vapore a 93 gradi per mezz’ora, glassata poi con una gelée all’arancia. Infine viene servito accompagnato da un pan brioche al carrubbe lievitato per quarantotto ore che ricorda i profumi e i sapori del cacao.

Gli altri piatti del suo menù saranno i Gamberi rossi ai cereali, chutney di ananas e cipolla alla brace: è uno spiedino dove la croccantezza del gambero in tempura di cereali misti e mandorle a filetti si mescolerà alla piccantezza della chutney di ananas e alla dolcezza delle cipolle rosse marinate nell’aceto di xeres e passate sulla brace.

Un primo piatto, gli Gnocchi al basilico, burro affumicato, spuma di yuzu e bottarga di tonno: si tratta di gnocchi verdi fatti a mano con basilico e spinaci, con patate viterbesi gialle, mantecati con un burro di Normandia affumicato sul barbecue, dei germogli di basilico, polvere di basilico e spinaci più una spuma di yuzu, un limone giapponese molto aromatico per sgrassare il piatto. Infine, un tocco di sapidità viene data con una bottarga di tonno di Cetara grattugiata fresca. Come dolce Stefano presenta la Brexit Cake, una rivisitazione dello chef della zuppa inglese arricchita con i lamponi.

Una grande novità di questa edizione sarà Taste Residence by Zacapa, un ristorante che ogni giorno ospiterà uno chef del territorio romano che elaborerà menù in abbinamento al Rum Zacapa. Taste Residence by Zacapa racchiude il meglio in termini di ingredienti e sapori, rimanendo fedele alla tradizione e al patrimonio culturale della capitale italiana. Questo spazio permetterà agli ospiti di vivere un’esperienza unica grazie ai gusti e agli aromi creati dall’incontro di Zacapa con i piatti che gli chef realizzeranno. Tra i quattro grandi chef che creeranno gustosissimi menu per cene e pranzi davvero speciali sabato 21 settembre ci sarà Oliver Glowig.